Unical, webinar con Rosy Bindi sulle massomafie nel giorno della strage di via D’Amelio · Lamezia ClickLamezia Click

Lamezia Click Quotidiano Online. Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Unical, webinar con Rosy Bindi sulle massomafie nel giorno della strage di via D’Amelio

Si terrà domenica 19 luglio alle 21 un webinar sulle massomafie con l’ex Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia, Rosy Bindi, per ricordare i caduti della strage di via D’Amelio del 1992.

L’iniziativa è organizzata dal Laboratorio didattico di Pedagogia dell’Antimafia dell’Università della Calabria nato il 23 maggio 2011 e attivo presso il Corso di studi in Scienze dell’Educazione del Dipartimento di Culture, Educazione e Società diretto dal prof. Roberto Guarasci. Il seminario online sarà introdotto da Giancarlo Costabile del Laboratorio di Antimafia Unical e vedrà la partecipazione del Capo della Redazione cosentina di Gazzetta del Sud, Arcangelo Badolati. La discussione verrà trasmessa in diretta sulla pagina facebook dell’emittente televisiva Calabria News 24: facebook.com/calabrianews24tv e sul canale youtube della medesima testata all’indirizzo: youtu.be/9hJq0qfvhlU

“Abbiamo deciso di ricordare – afferma Giancarlo Costabile – Paolo Borsellino e i cinque agenti della sua scorta Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina, Claudio Traina, affrontando in modo non retorico la questione della genesi del fenomeno criminale di matrice mafiosa e soprattutto il suo sviluppo. Le mafie, come insegna Isaia Sales, sono dentro la narrazione dell’identità delle classi dirigenti italiane e dei meccanismi della loro riproducibilità – continua Costabile. Con il Presidente Bindi, figura di altissimo profilo etico e di grande dignità istituzionale, vogliamo provare a decostruire in modo critico l’espressione massomafie che incarna il volto attuale del problema al di là di stereotipi e rappresentazioni colpevolmente parziali. L’onorevole Bindi ha dimostrato – conclude Costabile – nel suo mandato di Capo della Commissione Antimafia una profondità ermeneutica e una sensibilità politica nell’analisi del fenomeno mafioso che ha pochi precedenti nella storia repubblicana del nostro Paese”.

Commenta