Covid e gestione del 118, Sapia (M5S) chiede verifiche ai vertici delle Asp, “evitare che il personale svolga compiti propri di Usca e medici di base” · Lamezia ClickLamezia Click

Lamezia Click Quotidiano Online. Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Covid e gestione del 118, Sapia (M5S) chiede verifiche ai vertici delle Asp, “evitare che il personale svolga compiti propri di Usca e medici di base”

«Verificare come nell’emergenza Covid sia impiegato il personale del 118 e all’occorrenza intervenire perché venga utilizzato per le sole emergenze, anche in considerazione della necessità di garantire il soccorso d’urgenza per tutte le altre patologie».

È la richiesta formale del deputato M5S Francesco Sapia, della commissione Sanità, ai vertici delle 5 aziende sanitarie provinciali della Calabria, trasmessa sulla scorta di diverse segnalazioni ricevute dal parlamentare, «in base alle quali – si legge nella nota inviata dall’esponente del Movimento 5 Stelle – il personale del 118 territoriale verrebbe destinato anche a compiti propri delle Unità speciali di continuità assistenziale o comunque dei medici di base, relativamente alla gestione di pazienti con potenziali e non gravi sintomi di Covid-19 e ai relativi accertamenti mediante tamponi».

«Bisogna preservare il personale del 118 – incalza Sapia – e organizzare in maniera razionale e con gli strumenti previsti l’esecuzione dei temponi e gli interventi nei casi sospetti di Covid, ove così non fosse su tutto il territorio regionale. Ciò per garantire il tracciamento e l’assistenza dei positivi e per non bloccare l’emergenza-urgenza per le altre patologie. Attendo pronta risposta dalla struttura commissariale e dalle direzioni generali delle Asp calabresi».

Commenta