Conferenza annuale di bilancio attività amministrativa, Speranza: "Auspico in un punto di sintesi non ostativo con tutta la giunta per adozione PSC." | Lamezia ClickLamezia Click

Lamezia Click Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Conferenza annuale di bilancio attività amministrativa, Speranza: “Auspico in un punto di sintesi non ostativo con tutta la giunta per adozione PSC.”

bilancio_annuale_14LAMEZIA TERME (CZ) – Nella tarda mattinata di oggi il sindaco di Lamezia, Gianni Speranza ha tenuto l’annuale conferenza stampa di bilancio dell’attività amministrativa.

I primi punti discussi hanno riguardato le recentissime attività svolte dall’amministrazione ovvero l’adozione del Piano Spiaggia, definito come importante strumento per la città, e l’annuncio di un nuovo appalto per il completamento dei lavori inerenti il lungomare lametino.

“Oggi il lungomare è un luogo di socializzazione, con il PCS e l’appalto della strada sita tra sant’Eufemia e il mare non vi è dubbio che nei prossimi anni ci sarà un arricchimento qualitativo della vita della città e dei cittadini”. Sempre negli ultimi giorni di dicembre sono stati assegnati alcuni posti di lavoro mediante scorrimento di graduatorie e assegnazione di posti a tempo determinato per lavori socialmente utili, che hanno confermato che “il comune non ha alimentato aspettative e precariato ma ha rispettato i diritti delle persone dando certezze e funzioni”.

Il sindaco ha anche spiegato che “in data 31 dicembre un documento banca nazionale del lavoro dice che c’è un avanzo di cassa di 1 mln e 90mila euro, aggiungo che il consuntivo 2014 della Multiservizi non sarà in perdita”. Secondo Speranza il periodo più difficile del suo mandato è stato quello tra la fine del 2013 e buona parte del 2014 periodo in cui, nonostante le numerose critiche ricevute, sono state completate numerose opere pubbliche, tra le quali ha citato “l’apertura dei lavori al Bastione di Malta, l’apertura del parco giochi e della piazzetta in via degli Itali, l’inaugurazione del lungomare e del teatro Grandinetti, l’intitolazione del mulino nel centro storico ad Adelina Bruno”.

Il sindaco della città della piana ha anche annunciato che “sta partendo il cantiere per la realizzazione del parco dell’acqua e di un campo polivalente (la cui gara d’appalto avverrà il 13 gennaio) all’interno del parco “Peppino Impastato”; “con questi due interventi – ha detto – la città avrà un altro polo di dimensioni molto importanti perché significa che ci saranno piscine e luoghi pubblici di balneazione dentro la città e vi sarà altresì un impianto sportivo”.

Tra i vari interventi effettuati nel 2014 ha menzionato i progetti inerenti i servizi di cura per gli anziani e la lotta alla povertà “che ha riguardato 392 nuclei familiari lametini con un importo di circa 338mila euro”.

Gianni Speranza dopodiché si è incentrato sulla questione ICOM definita come una “tempesta in un bicchiere d’acqua”; dopo aver fatto un breve excursus storico della vicenda ha spiegato come in seguito al consiglio comunale ad hoc, tenutosi in ottobre, il comune abbia fatto una nuova proposta di transazione tramite gli avvocati. L’auspicio del sindaco è quello che “i rispettivi avvocati chiedano il rinvio delle udienze di gennaio e marzo con la speranza che in città ci sia un clima che aiuti tale rinvio e che sorregga l’avvio di una transazione vera”.

Una delle debolezze della sua amministrazione, ha continuato a spiegare, è il clima di campagna elettorale che ormai vige da tempo, una situazione che fa sì che “se vien fatto qualcosa di buono ognuno se ne prende il merito, se vi sono cattive notizie la colpa è dell’amministrazione”. Dunque, l’amministrazione prende sempre il pieno delle polemiche, non ottiene alcun consenso e i vari successi rimangono sfocati.

In conclusione il sindaco ha lanciato un appello affinché si lavori per il bene della città adottando il piano strutturale comunale. “La giunta ha proposto il piano strutturale più di due anni fa dunque io ho il dovere di stimolare la giunta comunale ad adottare tale piano per il bene della città. Mi auguro di trovare un punto di mediazione con tutta la giunta in modo tale da dare un aiuto economico alla città, inoltre la nuova amministrazione potrà apportare tutte le modifiche che vorrà. Se non si dovesse adottare nulla si partirà da zero e si perderanno molti anni ed io voglio evitare ciò. Il mio è un appello affinché si trovi il modo per capitalizzare il lavoro fatto finora. I prossimi mesi – ha concluso – saranno molto importanti per il futuro della nostra città”.

Denise Di Matteo

Commenta