«La filosofia di Topolino» al Sabato del Villaggio con Giulio Giorello | Lamezia ClickLamezia Click

Lamezia Click Quotidiano Online. Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

«La filosofia di Topolino» al Sabato del Villaggio con Giulio Giorello

giorello_giulioLAMEZIA TERME (CZ) – Sarà il grande filosofo contemporaneo Giulio Giorello il terzo atteso ospite della rassegna culturale «Il Sabato del Villaggio». L’evento si terrà sabato 24 maggio alle ore 18.30 nella raffinata cornice del Seminario Vescovile di Lamezia Terme (lato ex municipio di Nicastro). Un appuntamento da non mancare per il vasto pubblico del cartellone, su un tema accattivante e certamente ricco di contenuti come «La filosofia di Topolino», che il pensatore declinerà in un serrato faccia a faccia con Raffaele Gaetano.Ma su quale crinale si muoveranno Raffaele Gaetano e il suo prestigioso ospite? È lo stesso direttore artistico del cartellone a svelarcelo in anteprima: «Il Novecento ha avuto il suo filosofo più provocatorio in un Topo che, per spregiudicatezza nell’attraversare i confini delle discipline e mettere in discussione la costellazione delle certezze stabilite, non ha nulla da invidiare a Russell, Popper o Heidegger. Mickey Mouse (Topolino per noi) ha vissuto le più bizzarre avventure e affrontato quesiti come la terribile libertà del «quarto potere», gli ambigui prodigi della scienza asservita alla guerra, l’impossibilità della giustizia e la difficoltà di trattare con le culture «altre », per non dire delle sfumate regioni del mito. Altro che Topolino tutto aiutante della polizia! È invece un ribelle capace di battersi contro ogni forma di prevaricazione, anche se l’esito non è sempre la vittoria. Quello che Walt Disney e i suoi collaboratori ci consegnano alla fine di ogni episodio è un Topo sempre più dubbioso sulla natura dell’universo. Ma proprio per questo continua ad affascinare, perché la ricerca, come l’avventura, non ha fine. L’incontro odierno con il grande filosofo Giulio Giorello è, insieme, un invito a riflettere su se stessi e un dolcissimo farmaco dell’anima contro i mali del vivere attuale. Inoltre, in occasione del dialogo svolto con Edoardo Boncinelli nel recente Noi che abbiamo l’animo libero (Longanesi), Giorello accenderà pure al viaggio di Amleto dalla Danimarca medievale alle… Grandi parodie della Walt Disney».

Ora qualche cenno biografico sul protagonista dell’evento. Geniale allievo di Ludovico Geymonat, Giulio Giorello è considerato tra i maggiori filosofi contemporanei. Laureato in Filosofia e in Matematica, ha insegnato dapprima Meccanica Razionale per poi ricoprire la cattedra di Filosofia della scienza che fu del suo maestro. Si è affermato come studioso di storia della scienza – in particolare le dispute novecentesche sul «metodo» – e di storia delle matematiche (Lo spettro e il libertino). Dirige, presso l’editore Raffaello Cortina, la collana «Scienza e idee». Collabora, come elzevirista, alle pagine culturali del «Corriere della Sera». Tra i suoi libri, molti dei quali fondamentali, ricordiamo: Le ragioni della scienza (con Ludovico Geymonat), La filosofia della Scienza nel XX secolo (con Donald Gillies), Introduzione alla filosofia della scienza, Prometeo, Ulisse, Gilgamesh. Figure del mito.

«Il Sabato del Villaggio» è promosso da: Presidenza Consiglio Regionale, Camera di Commercio di Catanzaro, Credito Centro Calabria, Volkswagen Ionà, Carrefour Market, T Hotel, Statti e altri impor-tanti partners privati che hanno inteso legare la propria immagine a una rassegna di alta cultura che calamita mensilmente l’attenzione regionale.

Commenta