Sabato e domenica quinto appuntamento con la rassegna "Vacantiandu 2014" | Lamezia ClickLamezia Click

Lamezia Click Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Sabato e domenica quinto appuntamento con la rassegna “Vacantiandu 2014”

teatro_stabile_nissenoLAMEZIA TERME (CZ) –  Sabato 22 marzo alle 20.15 e domenica 23 marzo in replica alle 18.15 al Teatro Politeama quinto appuntamento con la rassegna in vernacolo “Vacantiandu 2014” organizzata dall’associazione teatrale “I Vacantusi” sotto la direzione artistica di Nicola Morelli e Walter Vasta, in collaborazione con il Comune di Lamezia Terme. Per l’occasione verrà proposta la commedia comica in due atti “Se devi dire una bugia dilla grossa” di Ray Coonei, regia Angelo tosto che sarà rappresentata dalla compagnia teatrale “Teatro Stabile Nisseno” di Caltanissetta.Com’ è difficile tradire la moglie quando si è personaggi in vista, quando il tradimento si deve consumare in un albergo affollato e frequentatissimo, e quando a complicare tutto concorrono le coincidenze.

“Se devi dire una bugia dilla Grossa” è un testo scritto intingendo la penna ora nell’inchiostro ora nella polvere da sparo. È tale lo scoppiettio e il fragore delle battute e delle situazioni che si corre il rischio di rimanere intrappolati nel bel mezzo di questo infernale gioco pirotecnico. La commedia è ambientata in un albergo di lusso, dove ogni porta che si apre è un nuovo spunto comico, e dove l’incalzare della trama, densa di equivoci e colpi di scena sempre più fitti, crea spunti divertenti e situazioni paradossali.

L’onorevole Riccioli convince, nonostante la presenza della moglie Cristina, il proprio segretario Giorgio Palmeri a organizzare un incontro “galante” con la procace segretaria del Presidente della Regione Stefania Tonelli.
Ma da subito la vicenda si ingarbuglia in una serie di bugie e malintesi, dando il via ad una girandola di comicità, all’interno di una trama incalzante, densa di equivoci e colpi di scena con situazioni esilaranti e paradossali che porteranno il pubblico ad un crescendo di risate!

NOTE COMPAGNIA
Il “Teatro Stabile Nisseno” è stato fondato nel Maggio del 1996 in forma di Associazione Culturale Teatrale, a continuazione del cammino e dell’esperienza del precedente “Piccolo Stabile Nisseno” e ancora precedentemente de “I Quindici”. In buona sostanza si può dire che il “Teatro Stabile Nisseno” raccoglie il nucleo centrale e rappresenta la continuità delle precedenti compagnie sopra citate, in parole povere oltre quaranta anni di attività teatrale ininterrotta.

In origine, tuttavia, questa attività è stata soprattutto di carattere amatoriale rimanendo sporadica sino alla metà degli anni ’80. Nei dieci anni successivi il “Teatro Stabile Nisseno”, ha aumentato la frequenza delle rappresentazioni, accompagnandole con una migliore pratica della messa in scena.
E’ in quest’ultimo periodo, però, che essa assume quei caratteri d’ indiscussa professionalità, di certa efficacia teatrale, di “ successo “ e consensi che ne fanno una realtà – al suo livello – senza confronti. E più ancora, dal ’96 ad oggi, il “Teatro Stabile Nisseno” ha mostrato un’accelerazione costante ed esponenziale espressa di stagione in stagione, tanto da collocarsi fra le realtà teatrali più produttive dell’Italia Meridionale.
Dal ’96 e fino ad oggi, infatti, è aumentato il numero di repliche, circa 130 per ogni stagione in giro per la Sicilia e l’Italia Meridionale, questi numeri di tutto rispetto, classificano, da una stima SIAE il “Teatro Stabile Nisseno” ai primi posti tra le Compagnie semi – professionistiche dell’Italia centro – meridionale.
Nello stesso periodo sono aumentate pure il numero di produzioni, si è diversificato il campo d’intervento: organizzazione di manifestazioni in genere, attività teatrali, laboratoriali ecc..

In ambito scolastico, spettacoli e laboratori sia per gli alunni delle scuole elementari, medie e superiori, sia per le insegnanti delle stesse scuole; sono stati incrementati gli scambi ed i contatti con altre realtà teatrali, consolidata ed ampliata l’area d’interesse attorno alla propria attività.
Molte e di vario genere le produzioni che si sono susseguite dal ’96 ad oggi almeno 2 per stagione dai testi classici di sempre come Scarpetta, Pirandello, Rosso di San Secondo, Macrì, Giusti, Martoglio, Capuana, Vanni Pucci, Verga, Molierè, alle Farse e Commedie Musicali inedite scritte in esclusiva per la compagnia.
Il tutto con un solo intento: il massimo rispetto per il pubblico, cercando di divertirlo divertendosi o farlo riflettere, riflettendo.

Commenta