Quasi cento studenti dalla Calabria alla prima kermesse d’inverno promossa da Liceo Campanella e Animula

Circa cento studenti partecipanti, dieci istituti scolastici da varie parti della provincia di Catanzaro e della Calabria, protagoniste le scuole ad indirizzo musicale lametine. Questi i numeri della prima kermesse d’inverno delle specialità strumentali che si è svolta nei giorni scorsi a Lamezia Terme, promossa dal liceo Campanella diretto da Giovanni Martello in collaborazione con l’associazione culturale “Animula” e il coinvolgimento degli istituti comprensivi lametini Perri-Pitagora, Manzoni-Augruso, Nicotera-Costabile, S. Eufemia.

La ricchezza e la varietà delle esibizioni degli studenti, dato ancor più rafforzato alla luce della giovane età ed esperienza dei partecipanti, ha contrassegnato la rassegna aperta a tutte le scuole d’Italia, per i solisti e i piccoli gruppi. Una manifestazione – sottolinea il presidente di “Animula” Claudio Fittante – “che ha dato la possibilità a tanti giovani studenti di esibirsi di fronte a studenti e docenti di diverse scuole, di mettere alla prova le competenze acquisite, di confrontarsi e arricchirsi attraverso lo scambio reciproco di pratiche ed esperienze. Una “polifonia”, in tutti i sensi, non solo musicale, che conferma quanto sia indispensabile fare rete tra scuole e territorio per promuovere la cultura musicale. Un evento reso possibile grazie alla fattiva collaborazione dei dirigenti degli istituti scolastici lametini, Teresa Bevilacqua, Anna Primavera, Maria Angela Bilotti e Fiorella Careri, e ai docenti referenti delle scuole ospitanti Giuseppe Rotella, Fabio Sirianni e Vittorio Viscomi, che oltre ad aver seguito le diverse fasi organizzative della rassegna, si sono occupati dell’accoglienza degli studenti e dell’allestimento delle sale dove si sono svolte le esibizioni, attrezzate nei minimi dettagli per consentire una buona performance ai partecipanti”.

Dal dirigente del Campanella Giovanni Martello e da Claudio Fittante un particolare ringraziamento alle scuole provenienti da fuori Lamezia, che hanno sfidato anche il maltempo per consentire ai loro studenti di partecipare alla rassegna: il liceo scientifico “Satriani” di Petilia Policastro, l’istituto comprensivo “Moro – Lamanna” di Mesoraca, l’istituto comprensivo “Pascoli – Aldisio”, l’istituto comprensivo “Casalinuovo”, l’istituto comprensivo “Giovanni Battista Moscato” di San Lucido, l’istituto comprensivo di Maida, l’istituto comprensivo “Sabatini” di Borgia diretti dai rispettivi dirigenti Elio Talarico, Lidia Elia, Concetta Carrozza, Anna Osso, Antonio Carioti e Maria Luisa Lagani con gli studenti accompagnati dai docenti di discipline musicali di ciascuna realtà scolastica.

“Un evento musicale che ha messo in moto una sinergia tra le scuole musicali di ogni ordine e grado di Lamezia e dell’hinterland – spiega ancora Claudio Fittante – che proseguirà in futuro con nuovi progetti. Sono già tre gli istituti comprensivi lametini insieme al liceo Campanella ad avere aderito al coordinamento degli istituti primari e secondari di primo e secondo grado ad indirizzo musicale e altre scuole dell’hinterland hanno chiesto di aderire. Intanto si è già messa in moto la macchina organizzativa per la terza rassegna di primavera che vedrà come protagonisti i cori, le orchestre e gli ensemble oltre i dieci componenti. La rassegna musicale primaverile si svolgerà il 20 e il 21 marzo ed è possibile iscriversi fino al 28 febbraio per gli studenti di tutte le scuole musicali d’Italia”.

Commenta