La Chiesa Matrice si rinnova: al via stamattina i lavori di restauro | Lamezia ClickLamezia Click

Lamezia Click Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

La Chiesa Matrice si rinnova: al via stamattina i lavori di restauro

imageLAMEZIA TERME (CZ) – Sono iniziati questa mattina i lavori di restyling alla Chiesa Matrice. Secondo quanto si legge nella determina pubblicata nel mese di febbraio sull’albo pretorio, la spesa viene fuori dalla rimodulazione del quadro economico dell’opera a seguito dell’aggiudicazione definitiva dell’appalto all’ Impresa Ingeos s.r.l. stabilita con determinazione n. 88 R.S. del 18 settembre 2013.I lavori comporteranno il rifacimento del pavimento della chiesa, una parte del tetto corrispondente alla navata laterale sinistra, la tinteggiatura della facciata e della parte interna, il restauro del coro e della segrestia e il rifacimento del nuovo impianto elettrico.
La chiesa è stata chiusa nel mese di marzo. L’ultima messa, infatti, è stata celebrata il 2 dopodichè la chiesa è stata spogliata di tutti gli arredi sacri: via i banchi, via l’altare e le statue riposte nelle nicchie.

Da allora tutte le funzioni sono state spostate nella vicina chiesa di San Francesco di Paola: la Messa domenicale dei bambini del catechismo, le celebrazioni della settimana santa e tra un paio di settimane la chiesa dei Minimi dovrà ospitare anche la novena in preparazione alla festa di San Francesco di Paola.

L’iter del restauro della Chiesa Madre ha avuto inizio a giugno dello scorso anno quando con la delibera della giunta comunale n.221è stato approvato il progetto definitivo ed esecutivo redatto dai tecnici incaricati A.T.P – gli architetti Grazia Francesca Pascuzzi (capogruppo), Ettore Barberino, Loredana Angotti – relativo ai lavori di restauro della Chiesa Matrice, comportante una spesa complessiva di € 365.403,00 di cui € 278.642,05 per lavori a base d’appalto soggetti a ribasso d’asta, € 21.917,95 per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso d’asta ed € 64.843,00 per somme a disposizione dell’Amministrazione.

Il mese successivo la spesa del restauro è stata impegnata sui capitoli 3265 e 3266 del bilancio 2011 con determinazione del dirigente settore programmazione e realizzazione opere strategiche e sempre nel mese di luglio si è stabilito di appaltare i lavori mediante procedura aperta, ai sensi dell’art. 55 del codice dei contratti pubblici, da tenersi con il criterio del prezzo più basso.

Nel settembre 2013, con determinazione n. 88 R.S. del 18 settembre 2013 i lavori sono stati definitivamente aggiudicati all’impresa Ingeos s.r.l. con il ribasso del 29,732% e quindi per il prezzo di € 217.714,15 comprensivo degli oneri per la sicurezza.

Prima di dichiarare l’efficacia dell’aggiudicazione definitiva, è stato necessario verificare i requisiti dell’impresa fissati dal codice dei contratti pubblici.

Forse a Natale prossimo la prima celebrazione nella Chiesa Matrice restaurata.

Commenta