Zona Franca Urbana di Lamezia Terme: 246 domande per un valore di 43 milioni e 281 mila euro | Lamezia ClickLamezia Click

Lamezia Click Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Zona Franca Urbana di Lamezia Terme: 246 domande per un valore di 43 milioni e 281 mila euro

imageLAMEZIA TERME (CZ) – È scaduto, il 28 aprile scorso, il bando di partecipazione per la Zona Franca Urbana di Lamezia Terme (area Torrenti – Rotoli). Il Ministero dello Sviluppo Economico ha reso noto il report conclusivo, aggiornato al 28 aprile 2014, delle istanze acquisite: 246 domande per un valore di 43 milioni e 281 mila euro, 33 milioni di euro in più dell’intero importo finanziato disponibile che è di 9 milioni e 734 mila euro.Le agevolazioni previste in base al decreto ministeriale del 10 aprile 2013 sono: esenzione dalle imposte sui redditi (Irpef, Ires); esenzione dall’imposta regionale sulle attività produttive (Irap); esenzione dall’imposta municipale (Imu); esonero dal versamento dei contributi sulle retribuzioni da lavoro dipendente.

“A questo punto possiamo ritenerci completamente soddisfatti: il numero totale di richieste presentate, la loro crescita costante nelle ultime settimane – ha ribadito il sindaco Speranza – parla di un significativo successo. Vengono così premiati i nostri sforzi: abbiamo tenuto duro, presentato una proposta credibile che è stata accettata e ottenuto la più alta dotazione finanziaria della regione. E con una seria campagna di coinvolgimento delle associazioni imprenditoriali interessate e di informazione abbiamo registrato una partecipazione alta delle nostre realtà imprenditoriali. Mi auguro che ora si parta subito con la fase operativa e tutto questo si tramuti, già nei prossimi mesi, in un concreto sostegno allo sviluppo ed alla crescita della nostra economia e anche dell’occupazione. Soprattutto quando la disoccupazione nella nostra regione supera il 22%, dato Eurostat, e assegna alla Calabria un altro preoccupante primato negativo “.

Commenta