Abbazia Benedettina: un milione di euro dai fondi europei per valorizzare l'area | Lamezia ClickLamezia Click

Lamezia Click Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Abbazia Benedettina: un milione di euro dai fondi europei per valorizzare l’area

abbaziaLAMEZIA TERME (CZ) – Un milione di euro per valorizzare l’area dell’Abbazia Benedettina di S.Eufemia. A tanto ammonta lo stanziamento per l’intervento denominato “Area dell’Abbazia Benedettina di Sant’Eufemia: interventi d’indagine, scavo archeologico, restauro conservativo, fruibilità e valorizzazione”, un altro tassello dell’opera di riqualificazione dell’area di S. Eufemia Vetere avviato negli ultimi anni.Nella determina, pubblicata ieri sull’albo pretorio, si ricorda che l’intervento sull’area dell’Abbazia rientra nel programma triennale delle opere pubbliche 2012-2014 e che all’importo per la realizzazione del progetto esecutivo i si farà fronte con i fondi del POR Calabria FESR 2007/2013, linea di intervento 5.2.1.1 assentiti con nota del Dipartimento N.11 Settore N° 4 Beni Culturali della Regione Calabria.

Il progetto esecutivo di riqualificazione dell’area dell’Abbazia – si evidenzia nella determina – ha ricevuto tutti i pareri necessari all’intervento: a) parere paesaggistico n. 6713 del 3/2/14 rilasciato dall’Amministrazione Provinciale di Catanzaro, b) parere paesaggistico n. 1609 del 4/2/14 rilasciato dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Calabria, c) parere paesaggistico n. 1391 del 4/2/14 rilasciato dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le Provincie di Cosenza, Catanzaro e Crotone, d) autorizzazione n. 798 del 4.2.2014 con cui la Direzione Regionale del Ministero dei Beni e le Attività culturali e del turismo, acquisiti i pareri delle Soprintendenze, ha rilasciato parere favorevole ai fini dell’autorizzazione unica all’esecuzione delle opere previste.

Il piano di intervento è stato redatto dall’Ufficio tecnico comunale in conformità agli elaborati progettuali richiesti e conformi alle prescrizioni formulate dalle Soprintendenze per i beni archeologici, architettonici e paesaggistici competenti per territorio.

Approvato il progetto esecutivo, con la determina del 18 aprile scorso si è approvato il bando di gara per procedere all’affidamento dell’appalto dei lavori in unico lotto: si è posto a base di gara l’importo di €. 323.286,65 per i lavori, oltre a €. 367.475,09 per costo del personale, €. 12.933,53 per costi sicurezza aziendali, €. 13.441,86 per oneri per la sicurezza (PSC), non soggetti a ribasso d’asta.

“Il termine per l’ultimazione dei lavori” – si legge nella determina – “è fissato in 360 giorni naturali e consecutivi decorrenti dalla data del verbale di consegna dei lavori”

S.d.E.

Commenta