Platania riaccoglie dopo il restauro la statua dell’Immacolata risalente al 1835 · LameziaClick LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Platania riaccoglie dopo il restauro la statua dell’Immacolata risalente al 1835

PLATANIA (CATANZARO) – Platania si appresta a riaccogliere, dopo il restauro, la statua dell’Immacolata a oltre centocinquant’anni dal suo arrivo.

La Pro Loco ha infatti comunicato che il restauro della preziosa statua, in coincidenza con la novena per la festività dell’Immacolata, si è concluso e torna così alla devozione dei fedeli.
La statua sarà eccezionalmente portata in processione giovedì 28 novembre alle ore 17.30, partendo dalla sede del Parco Culturale Letterario “Felice Mastroianni”.

“Sarà un’occasione importante – dichiara l’arch. Paolo Nicolazzo,
Presidente della Pro Loco – per recuperare l’identità storico-artistica
della pregevolissima immagine della Vergine e per rinsaldare i legami
con una storia antica di fede e di devozione. Il restauro è stato
affidato al Maestro Mario Bomba, restauratore abruzzese, le cui
notevoli capacità tecniche – coltivate nella lunga formazione ed
esperienze professionali – e la squisita sensibilità interpretativa sono
state alla base del lavoro, eseguito con scrupolosità filologica. Della
direzione dei lavori è stato incaricato il Dott. Santino Pascuzzi. Ha
garantito la giustezza e la scientificità dell’intervento il Dott.
Giovanni Marrello, Funzionario della Soprintendenza di Cosenza”.

Al termine di un delicato e lungo intervento di restauro, dunque, verrà
finalmente restituita alla devozione dei fedeli la statua dell’Immacolata che rimarrà esposta alla venerazione dei fedeli nella Chiesa di San Michele Arcangelo.

“Il restauro della statua dell’Immacolata – dichiara, Michele Rizzo,
Sindaco di Platania – è un momento importante non solo sotto l’aspetto religioso ma anche sotto quello storico e culturale. Ringrazio tutti coloro che hanno contribuito e si sono impegnati per il restauro. Fra pochi giorni verrà restituita alla comunità e al nostro paese, un’opera che rappresenta la nostra cultura e la nostra storia.

Il prezioso simulacro, conosciuto e venerato per quella materna
affabilità con la quale sembra accogliere e sorridere a chiunque, era da
tempo bisognoso di una qualificata operazione che ponesse riparo al
deterioramento dell’opera”.

“Con immensa gioia – dichiara Don Giuseppe D’Apa, Parroco della Chiesa di San Michele Arcangelo – invitiamo tutti a partecipare all’appuntamento per questo storico evento, col quale avranno inizio le celebrazioni della novena, fissato per giovedì 28 novembre. Confidiamo nella presenza dei fedeli e nella condivisione dell’invito ai vostri amici e parenti”.

Durante la novena, mercoledì 4 dicembre, la statua restaurata verrà
presentata nel corso di una conferenza – che si terrà nella Chiesa di
San Michele Arcangelo – alla quale parteciperanno il Dott. Santino
Pascuzzi (direttore dei lavori di restauro) e il Dott. Antonio Cavallaro
(studioso di storia e antropologia religiosa). 

Commenta