Primo giorno di fiera di S. Antonio, controlli della Polizia Locale. Sequestri, denunce e verbali

LAMEZIA TERME (CATANZARO) – Nel primo giorno della tradizionale fiera di S. Antonio, la Polizia Locale ha implementato un dispositivo di controllo finalizzato sia ai compiti di istituto che alle aggiuntive verifiche in materia di osservanza dei  dispositivi di safety.

Nell’ambito di detta complessiva attività, sono state accertate sette infrazioni ed elevati altrettanti verbali.

Rocambolesca e spettacolare l’azione che ha portato al sequestro di circa 150 mezzi di merce per un valore di 4.000 euro.

Un soggetto è stato notato in area fieristica da personale in abiti civili ed in servizio antiabusivismo, con un grosso borsone. Durante il controllo, la persona, poi identificata in un pluripregiudicato barese di 29 anni, dopo aver abbandonato la merce, si è messo in fuga dentro l’area di fiera, mettendo a repentaglio l’incolumità dei numerosi avventori che stazionavano nei pressi degli stands allestiti.

Personale del Corpo si è messo all’inseguimento appiedato del fuggitivo riuscendo a bloccarlo dopo circa 500 metri sull’adiacente via Miceli.

Condotto al Comando, dopo le formalità di rito, S.B. è stato denunciato  in stato di libertà per resistenza a pubblico ufficiale, possesso di merce con segni mendaci e ricettazione. La merce è stata sottoposta a sequestro a disposizione dell’A.G.

Durante i controlli in fiera sequestrati inoltre, circa 70 pezzi di giocattoli pericolosi.

I controlli della Polizia Locale, coordinati dal Dirigente, si sono anche concentrati sull’occupazione abusiva di suolo pubblico, effettuata nei pressi dell’area fieristica; nella fattispecie, in spregio alla normativa in materia è stato accertato l’uso di fiamme libere o di dispositivi atti a cuocere i cibi, senza le necessarie condizioni di sicurezza.

Tutti gli esercenti inottemperanti sono stati sanzionati.

                                                                   

Commenta