Operazione "I Due Mari", 4 arresti per furto aggravato, ricettazione, indebito utilizzo di carta di credito altrui | Lamezia ClickLamezia Click

Lamezia Click Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Operazione “I Due Mari”, 4 arresti per furto aggravato, ricettazione, indebito utilizzo di carta di credito altrui

imageLAMEZIA TERME (CZ) – Nel corso della giornata di ieri i Carabinieri della Stazione di Lamezia Terme Scalo hanno eseguito un’ordinanza di applicazione di misura cautelare nei confronti di Francesco Carchidi, 27 anni, BEVILACQUA Federico, 28 anni, ABBRUZZESE Armando, 20 anni, e una donna G.G., 27 anni.L’attività è emersa a seguito della denuncia sporta lo scorso 17 gennaio da una signora di 67 anni, vittima, nello stesso giorno, di un furto con destrezza operato nella propria autovettura parcheggiata nei pressi del Centro Commerciale denominato “I due Mari” sito in loc. Comune – Condomini. Nell’occasione, la signora raccontò di essere stata derubata della propria borsa da un soggetto che repentinamente aveva aperto la macchina e le aveva sottratto sotto gli occhi il bagaglio con portafogli, i cellulari e i soldi della pensione destinati al proprio figlio.

Immediatamente sono scattate le indagini della locale Arma che inizialmente si sono concentrate sull’analisi dei movimenti della carta postmat della vittima, dalla quale veniva riscontrato ed appurato come, nella stessa giornata del 17, prima che la carta venisse bloccata, vi fossero stati prelievi su Lamezia e acquisti presso alcuni esercizi del citato Centro Commerciale per un valore intorno a circa 2000,00 euro. Dalla visione di numerosi sistemi di sorveglianza, dall’escussione di testimoni e dalle descrizioni della vittima si è riuscito ad individuare nel Carchidi l’autore del furto, mentre gli altri tre soggetti venivano individuati quale autori di prelievi, tentati prelievi ed acquisti effettuati.

L’Autorità Giudiziaria dunque concordando con le tesi avanzate dai Carabinieri, ha emesso la citata ordinanza nei confronti dei soggetti per i reati di furto aggravato, ricettazione, indebito utilizzo di carta di credito altrui in concorso, e, per il Bevilacqua, anche la violazione degli obblighi inerenti la misura di prevenzione della sorveglianza speciale di P.S.. Per tali motivi, il Carchidi ed il Bevilacqua sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Catanzaro, mentre l’Abbruzzese e la donna sono stati sottoposti alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

Commenta