Royal, seconda vittoria stagionale. Carnuccio: “Vittoria meritata: la squadra è viva e vuole salvarsi” · LameziaClick LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Royal, seconda vittoria stagionale. Carnuccio: “Vittoria meritata: la squadra è viva e vuole salvarsi”

Esulta finalmente la Royal! Dopo tante buone prestazioni oggi è arrivata anche la vittoria, seconda stagionale dopo l‘exploit di Napoli, ottenuta con grande cuore e sacrificio. Il 3-2 a Fano premia ancor di più oggi il gruppo di mister Carnuccio che contava ben tre assenze di rilievo, dunque una vera impresa. Alle già note Rovito e Gatto si è aggiunta anche capitan Fragola che ha dato forfait in extremis.

Si comprende bene quindi che l’impresa odierna della Royal, seppur sul campo di una squadra ancora a zero punti ma che era anche andata in vantaggio e negli ultimi 5 minuti col quinto di movimento ha attaccato a spron battuto la squadra lametina, mette in evidenza il grande sacrificio el’abnegazione della Royal che ha respinto ogni assalto delle marchigiane. Grande soddisfazione in casa-Royal col presidente Mazzocca contento per la vittoria ed intenzionato ancor di più a perseguire l’obiettivo salvezza. Una vittoria che premia il continuo e meticoloso lavoro di mister Carnuccio che non ha mollato di un centimetro fin dal suo arrivo, lavorando col materiale a disposizione (ed oggi era davvero ridotto all’osso), mai piangendosi addosso e cercando di tirare fuori il meglio da un gruppo di ragazze volenterose e decise a conquistare la seconda vittoria.

CRONACA. Carnuccio opta dall’inizio per Kale in posizione di regista difensiva, quindi il moto perpetuo Furno con Di Piazza e Saraniti alquanto mobili, Cacciola in porta. E proprio in apertura il portiere lametino sventa in angolo su Giovannelli tutta sola. Primo cambio Nasso per Saraniti. Quindi è Kale che con un recupero strepitoso impedisce a Fontela di segnare. E si arriva alla prima occasionissima per la Royal: contropiede 3 contro 1 e Furno tutta sola davanti a Faccani mette a lato. Ci prova Kale da destra, tiro rimpallato sopra la traversa. E poco dopo Saraniti da angolo, para Faccani. Royal vivace e pimpante. Dopo il primo time out, ancora il portiere di casa a valanga su Furno, brava nella stessa azione a conquistarsi una punizione. Batte Saraniti respinge Faccani, riprende la siciliana e trova sulla linea Berti. Insomma clichè costante di questo avvio di torneo: Royal a costruire 3-4 azioni nitide che però non concretizza.  Ancora l’indemoniata Kale parte dalla propria area, e conclude di esterno destro su Faccani in uscita. Dunque Royal che comanda e Fano che riparte in contropiede: in uno Mencaccini trova la risposta di Cacciola in angolo. Entra Mauro per Saraniti, quindi ancora Cacciola provvidenziale su Fontela dalla corta distanza ed ecco il patatrac: la Royal perde palla a centrocampo, Giovanelli imbecca sull’altro lato Fontela, gran sinistro al volo e Cacciola nulla può sul diagonale all’angolino. 1-0 e rimpianti-Royal!

Si va al riposo e nella ripresa Carnuccio schiera lo stesso quintetto d’inizio gara, alquanto affamato e determinato. Ed infatti in un minuto e venti secondi ecco il ribaltone: lo confezionano Saraniti e Kale, supportate ovviamente da tutte le altre in campo. Prima Saraniti se ne va palla al piede sulla destra lanciata da Kale, e tocco morbido di esterno destro in diagonale (4° gol personale). 1-1. Poi è lei stessa a servire in corsa Kale, controllo e rasoterra ravvicinato per l’1-2! La Royal esulta. Ancora Kale poco dopo col destro, rimpallato sopra la traversa e Saraniti in contropiede più tardi, portiere e difesa in angolo. E si arriva al tris: Saraniti mette al centro e la più lesta dalla corta distanza Kale fa 3-1 e doppietta personale (e tre finora in campionato). Ovviamente Fano attacca e Carnuccio urla dalla panchina: “Non ci abbassiamo”. Nasso a tu per tu col portiere, Di Piazza in bello stile e Furno sfiorano il poker. Quindi negli ultimi 5’ di gioco Fano col quinto di movimento pressa costantemente e dalla corta distanza realizza con Fontela il definitivo 2-3, mettendo poi qualche brivido davanti a Cacciola. Che per due volte rilancia a porta vuota sfiorando la traversa prima e il palo dopo, oltre ad un palo esterno colpito da Di Piazza.

Ora riflettori a sabato prossimo a Rogliano (proprio così, ancora fuori provincia stavolta nel cosentino) sarà ospite la Ternana, campione d’Italia, per una gara che si sarebbe dovuta a giocare al PalaSparti sul quale regna colpevolmente il silenzio!

CARNUCCIO: “Il primo tempo l’abbiamo interpretato discretamente bene – analizza il tecnico della Royal – sbagliando qualcosa nella finalizzazione per la troppa fretta. Tutto sommato però le migliori occasioni le abbiamo avute noi, portando tre giocatrici davanti al portiere e potevamo sicuramente fare gol. Subendolo invece a fine primo tempo per bravura dell’avversaria. Nell’intervallo però ho predicato calma alle ragazze, spiegando che sarebbero stati importanti i primi minuti ed infatti le ragazze sono state bravissime perché hanno preso alla lettera le mie indicazioni, chiudendo bene le occasioni avute e legittimando il vantaggio. Alla fine Fano è tornato in gara col portiere di movimento, ma ciononostante abbiamo avuto due grandi occasioni per allungare. La vittoria – sottolinea Carnuccio – è estremamente meritata, ottenuta con cuore e sofferenza, ed è un segnale importante: questa squadra è viva, si impegna, non vuole retrocedere e farà di tutto per raggiungere l’obiettivo. Le ragazze vanno tutte ringraziate, specie oggi viste le diverse assenze”.

 

FANO: Faccani, Giovannelli, Mencaccini, Bonito, Fontale, Berti, Borgogelli, Eusepi, Falcioni, Lucchesi. All. Alessandra Imbriani.

ROYAL: Cacciola, Furno, Saraniti, Kale, Di Piazza, Nasso, De Sarro, Mauro, Giuffrida. All. Carnuccio

ARBITRI: Mestieri di Finale Emilia e Burattoni di Lugo di Romagna. Crono: Filannino di Jesi.

RETI: Pt 19’47” Fontela (F). St 44” Saraniti (R), 1’20” e 5’06” Kale (R), 15’ Fontela (F).

Ammonite: Giovannelli, Lucchesi, Furno.

Commenta