Dopo i festeggiamenti, ora la domanda: chi sarà il nuovo allenatore del Crotone? · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Dopo i festeggiamenti, ora la domanda: chi sarà il nuovo allenatore del Crotone?

sabato 14 maggio 2016 - 13:01
Print Friendly, PDF & Email

palloneNonostante la storica promozione in A e gli infiniti festeggiamenti nella città pitagorica resta un interrogativo di non poco conto. Chi sarà il nuovo allenatore del Crotone in quella che sarà la stagione più importante di sempre per i rossoblù? L’attuale tecnico Ivan Juric incalzato dalle domande non si sbilancia più di tanto, eppure secondo il susseguirsi delle indiscrezioni il prossimo anno ritornerà a Genova, dove ha militato già dal 2006 al 2010 totalizzando 111 presenze. Un’occasione, quella genoana, che difficilmente si lascerà scappare nel caso dovesse presentarsi.
Tra i vari nomi che stanno venendo fuori per la successione vi è quello di Roberto Stellone, attuale guida del Frosinone neo retrocesso ma autore di una stagione non totalmente negativa, dove i Ciociari sono rimasti in lizza per la salvezza fino alla penultima giornata ottenendo, nella loro prima annata di Serie A, risultati di prestigio, come il pareggio allo Juventus Stadium o a San Siro contro il Milan, rischiando addirittura di vincere. Alternativa interessante è quella di Pasquale Marino. Benché la sua seconda stagione al Vicenza si sia conclusa anzitempo con l’esonero del 14 marzo, può contare una promozione in A alla guida del Catania e le due buone stagioni alla guida dell’Udinese a cavallo tra 2007 e 2009.
C’è anche un calabrese nella rosa dei pretendenti, ed è Gennaro Gattuso; grintoso ed estremamente rappresentativo, campione del mondo nel 2006, potrebbe essere l’uomo simbolo di questa squadra. È reduce dalla positiva stagione sulla panchina del Pisa, nella quale i nerazzurri si sono classificati secondi ottenendo il pass per gli spareggi promozione. Chi, come Gattuso, viene da una stagione sulla cresta dell’onda è Roberto De Zerbi. Il suo Foggia nel Girone C di Lega Pro è arrivato secondo alle spalle del Benevento, e dunque anche per i suoi ragazzi potrebbero aprirsi le porte della Serie B. Un dubbio però accomuna entrambi, l’impatto con la massima serie. Infatti per Gattuso è stata proprio questa l’annata più convincente in panchina, visto che le esperienze con Palermo ed OFI Creta non ebbero rosei risultati. Stesso discorso vale per De Zerbi che dal canto suo ha alle spalle solo quest’annata alla guida del già citato Foggia.

Giuseppe Mercuri

loading...