Lamezia, Gianturco: “Su decoro urbano urge programmazione ed evitare azioni clientelari” · LameziaClick LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Lamezia, Gianturco: “Su decoro urbano urge programmazione ed evitare azioni clientelari”

LAMEZIA TERME (CATANZARO) – “Tante erano le criticità ereditate dall’amministrazione Mascaro, tante ne ha lasciate alla terna commissariale e tantissime ne ha ritrovate dalla pessima gestione di questi ultimi 15 mesi”.

Così il consigliere comunale Mimmo Gianturco il quale prosegue: “Blocco totale delle attività produttive, PSC fermo, cultura azzerata, teatri e impianti sportivi chiusi, parchi cittadini abbandonati, mercati rionali allo sbando, fiere improvvisate, fieragricola morta, Sacal lasciata al suo destino, ospedale trasferito a Catanzaro, Multiservizi in perenne crisi, Lamezia Europa sempre più sola.

Uno spiraglio di luce lo abbiamo intravisto negli ultimi mesi solo per quanto riguarda il decoro urbano, aver affidato la cura del verde alla cooperativa Malgrado Tutto, ha consentito alla Città di rialzarsi leggermente dal degrado in cui era scivolata. A tal proposito, ritenendo il decoro urbano una tra le principali questioni da affrontare, auspico un più ampio coinvolgimento della cooperativa Malgrado Tutto nelle scelte strategiche che l’Amministrazione intenderà affrontare sulla tematica. Sia chiaro, interloquire con la cooperativa Malgrado Tutto non deve significare avviare rapporti privilegiati o consentire favoritismi e azioni clientelarili, la cooperativa in oggetto tanto ha fatto e tanto fa per la Città volontariamente senza ricevere, in moltissimi casi, alcuna remunerazione da parte della Amministrazione Comunale.

L’autonomia gestionale e le scelte compiute da essa sulla priorità degli interventi, deve essere lasciata ad una attenta e puntuale programmazione e alla loro capacità di individuare le criticità sul territorio, senza influenzare la loro azione. Interferire nella loro autonomia sarebbe un grave errore, per questo auspico che il Sindaco accolga questa mia sollecitazione”.

Commenta

loading...