Illuminazione pubblica, Gianturco: “Lamezia ha perso 1 milione di Euro” · LameziaClick LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Illuminazione pubblica, Gianturco: “Lamezia ha perso 1 milione di Euro”

LAMEZIA TERME (CATANZARO) – “Il Comune di Lamezia Terme, a seguito della solita lentezza amministrativa, ha perso 1 milione di Euro destinati all’efficientamento della rete di pubblica illuminazione, messi a bando dalla Regione Calabria con il POR Calabria 2014-2020 azione 4.1.3. Linea 1, ‘avviso pubblico per il Finanziamento di interventi di efficientamento delle reti di illuminazione pubblica dei comuni’, scaduto il 17 marzo 2018 nonostante le diverse proroghe. Abbiamo perso una grande opportunità per la città. Occorre individuare le cause onde evitare il ripetersi di queste preoccupanti situazioni”. A dichiararlo è l’ex consigliere comunale Mimmo Gianturco.

“La Commissione straordinaria – afferma Gianturco – in data 10/04/2018, con la delibera N.08, ufficializza l’adesione alla convenzione CONSIP “Servizio Luce 3” Lotto 7, che prevedeva l’affidamento del servizio integrato di conduzione, gestione e manutenzione ordinaria/straordinaria degli impianti d’illuminazione pubblica e semaforica, stipulata tra la Società CONSIP spa e la Conversion & Lighting S.r.l., per la durata di nove anni. Tale adesione però, andava stipulata entro e non oltre il 17 marzo 2018. Questo ritardo di ben 4 settimane, ha di fatto impossibilitato l’accesso al finanziamento regionale”.

“Questa iniziativa – continua Gianturco – fu programmata nel novembre del 2017 e approvata attraverso la variazione del DUP il 28/12/2017 ma, da quella data, stranamente, l’amministrazione non è riuscita a portare a compimento l’intero iter burocratico, nonostante le prime richieste di adesione alla convenzione CONSIP sono datate 06/10/17 con protocollo 72569, con il quale veniva fatta Richiesta Preliminare di Fornitura. La risposta è arrivata in data 02/02/2018 via PEC contenente gli appositi allegati del Piano Dettagliato degli Interventi. Si tratta delle solite negligenze dirigenziali? Com’è possibile che altri comuni minori della Calabria (Crotone, Rossano, Cassano, Curinga ecc) sono invece riusciti ad aderire, seppur, rimanendo successivamente delusi del servizio di manutenzione? Oppure c’è stata qualche diffidenza da parte di Conversion & Lighting Srl nei nostri confronti dal punto di vista finanziario”? 

“Inoltre – precisa Gianturco – il nostro comune, anziché mirare all’adesione della convenzione CONSIP per ottenere 1 milione di Euro (Linea 1), ha lavorato per l’adesione alla ‘Linea 2’ del medesimo bando regionale che prevede un importo massimo di soli 300 mila Euro ma, come si evince dalla pubblicazione del 27.04.18 N. 4034 della regione Calabria, l’ente, tra l’altro, si è classificato al 232° posto su 273 domande ammissibili, rischiano addirittura il finanziamento, in quanto, nella prima fase, saranno finanziati solo i primi 104 comuni”.

“Lamezia Terme – conclude Gianturco – non può gestire queste opportunità di finanziamento europeo con superficialità. La profonda crisi economica in cui versa il nostro territorio, dovrebbe fare da monito ai dirigenti/tecnici al fine di poter competere realmente con le città più virtuose e smart della Calabria, come Catanzaro, Cosenza, Rende, etc. Occorre individuare le cause e risolvere le eventuali difficoltà prima possibile, onde evitare il ripetersi di queste preoccupanti situazioni”.

Commenta