AIC: “Continueremo a non credere nei partiti politici e nei loro rappresentanti che siedono in seno alle istituzioni democratiche” · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

AIC: “Continueremo a non credere nei partiti politici e nei loro rappresentanti che siedono in seno alle istituzioni democratiche”

venerdì 9 giugno 2017

LAMEZIA TERME (CATANZARO) – Di seguito la nota di Azione Identitaria Calabria: “Riteniamo l’arrivo della Commissione d’accesso anti-mafia al Comune un atto dovuto, come richiesto immediatamente e per primo dal nostro coordinatore regionale Igor Colombo, per via delle ultime operazioni anti-ndrangheta scattate in città recentemente.

Purtroppo, però, considerando che la città di Lamezia è reduce da ben due precedenti scioglimenti che a nulla sono serviti a sensibilizzare l’elettorato sulla pericolosità del persistente sistema, riteniamo che il popolo, non solo quello di Lamezia, debba essere guidato ed indottrinato da una sorta di aristocrazia intellettuale che instilli in esso il senso di appartenenza e di amore per la propria Terra oltre all’amore per la legalità, ma non il solito concetto stereotipato urlato a gran voce spesso dai professionisti dell’antimafia che poi, spesso si scopre, andare a braccetto coi potenti boss delle ndrine locali, ma è frutto spirituale e di stretta osservanza di quei principi normativi che stanno alla base della nostra civiltà italica e romana, insieme a quelli filosofici provenienti dalla Grecia Classica.

Continueremo a non credere nei partiti politici e nei loro rappresentanti che siedono in seno alle istituzioni democratiche ed a livello locale, questi primi 24 mesi di governo targato Mascaro, ne hanno dato ampia dimostrazione pratica.

Alle apparenti dichiarazioni serafiche del primo cittadino (che ricordano tanto quelle del sindaco dell’ultimo scioglimento a Lamezia), contrapponiamo la nostra ferma opposizione all’intero sistema partitico rappresentato, in primis et ante omnia, dalle fameliche forze politiche di centrodestra e di centrosinistra, che rappresentano tutto un potere ed un sottopotere, ormai cristallizzato nel tempo, che succhia sangue al tessuto sociale ed economico della città, arrivando anche a mimetizzarsi come forza civica per ottenere con l’inganno una percezione, nella pubblica opinione, di quel cambiamento che in effetti non si è avuto, lasciando, invece, Lamezia Terme in una pericolosa situazione di stallo politico-economico, sociale e di sicurezza”.

loading...