Referendum sulla Costituzione, primi dati affluenza ore 12 vicino al 20% · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Referendum sulla Costituzione, primi dati affluenza ore 12 vicino al 20%

domenica 4 dicembre 2016 - 12:50
Print Friendly, PDF & Email

imageROMA – Sfiora il 20% l’affluenza alle urne alle ore 12 secondo dati parziali del Viminale. Quando sono pervenuti i dati di 5.946 sezioni su 7.998 la percentuale della partecipazione al referendum è del 19,97%. Trattandosi di una consultazione costituzionale non è necessario il quorum di affluenza minima previsto invece per i referendum abrogativi.

Dopo una campagna elettorale durissima, caratterizzata fino all’ultimo da toni molto accesi e scambi di accuse, è il giorno del referendum con cui gli italiani decideranno le sorti della riforma costituzionale. Le operazioni di voto sono iniziate alle 7 e proseguiranno fino alle 23. Subito dopo inizierà la scrutinio che Repubblica.it seguirà in diretta. Alle urne sono chiamati 46.714.950 elettori, di cui 22.465.280 uomini e 24.249.670 donne.

In gioco non c’è soltanto la riforma che ridefinisce tra le altre cose i compiti e la composizione del Senato – ponendo fine al bicameralismo paritario – le competenze di Stato e Regioni, l’elezione del presidente della Repubblica. Dalla vittoria del Sì o del No dipendono anche la tenuta del governo Renzi e l’assetto del quadro politico. E c’è grande attenzione per la reazione dei mercati, che si prevede negativa in caso di bocciatura della riforma. Le polemiche che hanno segnato la campagna elettorale confermano l’importanza della partita. I due schieramenti si sono dati battaglia senza esclusione di colpi anche alla vigilia, accusandosi reciprocamente di aver rotto il silenzio elettorale nel giorno che precede il voto.

Oltre al risultato, sono due le variabili su cui si concentra l’attenzione di politici e osservatori: l’affluenza alle urne per un referendum che, seppur su un tema complesso, sembra aver richiamato l’attenzione dell’opinione pubblica. E l’esito del voto all’estero, che potrebbe essere, secondo molti, determinante se lo spoglio risultasse sul filo. Le schede di chi ha votato fuori dai confini nazionali sono arrivate a Castelnuovo di Porto, vicino a Roma, dove sono stati insediati gli appositi seggi. Gli elettori aventi diritto al voto per corrispondenza all’estero sono 3.995.042, di cui 2.077.455 uomini e 1.917.587 donne. (Repubblica)

loading...