Referendum per dire stop alle trivelle. Progetto Lamezia Civica invita a dire Si · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Referendum per dire stop alle trivelle. Progetto Lamezia Civica invita a dire Si

venerdì 4 marzo 2016 - 16:02
Print Friendly, PDF & Email

LAMEZIA TERME (CATANZARO) – Progetto Lamezia Civica, insieme al consigliere comunale Giusi Raso, invita tutti i cittadini a partecipare al Referendum del 17 Aprile e a votare SI.


SI all’abrogazione della norma la norma introdotta con l’ultima legge di Stabilità che permette alle grandi multinazionali di prolungare le trivellazioni entro le 12 miglia dalle nostre coste non più fino alla scadenza della concessione ma fino all’esaurimento del giacimento stesso.
PLC invita i cittadini a far sentire la propria voce sebbene il referendum (grazie decreto 98 del 2011) non sarà accorpato alle elezioni amministrative di giugno che riguarderà nove regioni. Un risparmio di oltre 350 milioni di euro (quello di accorpare le due cose) che per chissà “quale” logica sia stato negato ai cittadini.
Se con tale operato si spera che non si raggiunga il quorum necessario per la validazione del referendum diventa ancora più importante l’opera di informazione e di promozione del SI, affiancandoci nello sforzo dei tanti comitati e associazioni nati all’uopo.
PLC ribadisce che l’abrogazione di tale norma rappresenterà un serio colpo alla logica lobbistica del potere ed all’imperialismo delle multinazionali cui il governo, non si capisce per quale motivo, tende la mano a scapito della salute dei cittadini. Un caro prezzo che pagherà la generazione futura, i nostri figli.
SI dunque all’abrogazione di tale norma, per aprire la strada verso la vera Green Economy fatta di energia derivata da fonti rinnovabili di cui tanto si parla come unica e necessaria alternativa alla dipendenza impianti convenzionali alimentati a gas, petrolio, carbone i cui massicci utilizzi hanno portato al tristemente noto “effetto serra” e al cambiamento climatico che è sotto ai nostri occhi.

loading...