Striscione di Forza Nuova su corso Numistrano: “Foibe: noi non dimentichiamo” · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Striscione di Forza Nuova su corso Numistrano: “Foibe: noi non dimentichiamo”

mercoledì 10 febbraio 2016 - 14:24
Print Friendly, PDF & Email

imageLAMEZIA TERME (CATANZARO) – Nella notte i militanti lametini di Forza Nuova hanno affisso uno striscione su Corso Numistrano con su scritto: “Foibe:noi non dimentichiamo”. Questo per ricordare, in questa giornata della memoria l’eccidio di un popolo, quello italiano, perpetrato dalle truppe comandate dal maresciallo Tito, che nelle terre della Venezia-Giulia, diedero avvio ad un’autentica opera di pulizia etnica, con oltre 20.000 vittime infoibate e con altri 350 mila esuli dalmati, istriani e fiumani costretti ad abbandonare le loro case.

A tutte queste migliaia di morti, il cui numero, dopo oltre settant’anni è ancora incerto, destinato a mutare per eccesso, vanno aggiunte quelle devi vari campi di concentramento in Slovenia e Croazia. Loro unica colpa fu quella di essere italiani, un massacro che ebbe una chiara matrice di odio politico ed etnico, sagacemente tenuto nascosto per tantissimi anni dalla storiografia di parte con la complicità della classe politica italiana con in testa all’allora PCI, impendendo di conoscere una realtà cruenta e drammatica.

“Noi di Forza Nuova non potremo mai dimenticare tutti questi nostri fratelli trucidati dalla follia ideologica che ne ha falsato la storia, ed il nostro impegno nel ricordare queste vittime innocenti sarà sempre più forte, sopratutto alla luce di quanti, ancora oggi, vogliono quasi minimizzare la tragedia. La memoria storica non può essere più o meno condivisa a secondo di chi siano le vittime. All’Italia di allora, incapace oltre che di fare i conti e guardare in faccia la storia, anche di accogliere i propri figli provenienti da quelle terre, vogliamo un’Italia che ricordi sempre, il sacrificio e l’orrore di quello che fu un vero e proprio genocidio, per troppo tempo occultato e di cui ancora oggi qualcuno per risentimento ideologico e per errata ricostruzione storica,vuol continuare a negare”.

loading...