Sentenza Icom, Costantino (Pd): “Defaillance inopportuna e fuori luogo da parte della Giunta Mascaro” · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Sentenza Icom, Costantino (Pd): “Defaillance inopportuna e fuori luogo da parte della Giunta Mascaro”

sabato 24 ottobre 2015

imageLAMEZIA TERME (CZ) – “Non posso che registrare l’ennesima d​efaillance​, tra l’altro inopportuna ed evidentemente fuori luogo nonché intrisa di informazioni assolutamente infondate, da parte della Giunta Comunale Mascaro”.

Così Antonino Costantino (Pd), già Assessore Bilancio e Tributi.

“L’organo collegiale cittadino, infatti, – spiega in una nota – all’indomani del verdetto del Consiglio di Stato che ha decretato l’insussistenza di responsabilità del Comune di Lamezia Terme nella nota vicenda ICOM, anziché partecipare al collettivo e dovuto riconoscimento di un Sistema Giudiziario garante, anche in questa occasione, del ripristino di quella che è la verità dei fatti, si disorienta (e disorienta) nei meandri di una imprecisa enumerazione di problematiche finanziarie evidentemente non ben focalizzate dallo stesso organo collegiale.

Così è se la Giunta Mascaro individua criticità ed elenca una lista di passività potenziali da contenziosi (e non debiti!) senza chiarire né a quando questi risalgono (la gran parte con più di quindici anni di anzianità) né ricordando che il contenzioso che l’amministrazione Speranza ha trovato, risolto e pagato durante gli ultimi 10 anni è dunque riconducibile a tempi ancora più remoti. Per ciò che riguarda i debiti scaduti, non viene precisato che si tratta di partite che trovano ampia disponibilità nelle risorse dell’Ente. Infatti grazie alla norma sblocca debiti di cui al Decreto Del Rio, l’Ente potrà avere a disposizione circa 12 milioni di Euro per azzerare tutti i debiti commerciali maturati fino al 2014. Ma c’è di più: dal bilancio di previsione 2015 appena approvato, il grosso delle entrate tributarie, extratributarie e da trasferimenti che l’Ente ha programmato di riscuotere entro la fine dell’anno e che quindi avrà a sua disposizione, ammonta a circa 30 milioni di Euro e se le suddette previsioni sono corrette, si realizzeranno da qui a breve.

Relativamente alla riscossione dei tributi – prosegue Costantino – (che suscita una inspiegabile incertezza nell’attuale amministrazione) viene da precisare che la Giunta Speranza non ha affatto tenuto, in tal senso, alcuna condotta omissiva … anzi, al contrario posso confermare che l’ufficio tributi ha sempre lavorato alacremente con tutti i mezzi a disposizione. Il problema di una “mancata riscossione” sarebbe semmai riconducibile ad una non sempre completa esazione di Equitalia, società che ha incarico di incassare per conto del comune un ammontare di 110 milioni di Euro di crediti vari. Problema che sicuramente anche la Giunta Mascaro conosce bene, tant’è che ad inizio mandato ha deliberato di indire la gara per la riscossione a diverso soggetto rispetto ad Equitalia, ma che stranamente dopo qualche settimana ha fatto un singolare dietro front. Piuttosto la Giunta Mascaro pensi a portare a termine l’opera iniziata dall’amministrazione precedente con le diffide e le messe in mora che ha elevato nei confronti di Equitalia, facendosi restituire dalla stessa le mancate riscossioni così come accaduto a diversi comuni tra cui Crotone (10 milioni) e da ultimo Ciampino (12 milioni).

Ma, come spesso accade, ci si smentisce da soli e con i fatti: nei soli primi tre mesi l’amministrazione targata Mascaro ha deliberato contributi e patrocini per importi che il precedente governo cittadino non avrebbe impegnato neanche in un anno! Nulla quaestio sulle scelte politiche, ma se davvero ci fosse tutto questo sfascio finanziario, certo non si avrebbe la possibilità di elargire tutte queste risorse”.

loading...