Associazione “Quartiere Capizzaglie” dà il benvenuto al nuovo sindaco e saluta quello uscente · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Associazione “Quartiere Capizzaglie” dà il benvenuto al nuovo sindaco e saluta quello uscente

lunedì 15 giugno 2015 - 17:08
Print Friendly, PDF & Email

quart_capizzLAMEZIA TERME (CZ) – “L’Associazione Quartiere Capizzaglie da il benvenuto al nuovo sindaco, avvocato Paolo Mascaro, e porge un saluto di arrivederci al prof. Gianni Speranza che ci lascia dopo 10 lunghi anni di amministrazione della nostra amata città. Con Speranza e la sua giunta comunale, l’Associazione ha instaurato un rapporto di dialogo volto alla denuncia delle criticità ma anche alla ricerca delle soluzioni.

A volte siamo stati duri ed intransigenti, altre volte abbiamo dato i meriti che spettavano. Questa sarà la linea che terremo da oggi in avanti nei confronti della nuova amministrazione, augurandoci di dover molto elogiare e poco criticare o denunciare. Il programma elettorale e le proposte fatte nei comizi elettorali succedutesi in questi ultimi due mesi, lasciano ben sperare nell’operato del nuovo sindaco Paolo Mascaro. Attendiamo con trepidazione la nomina della nuova giunta comunale con la quale instaureremo un dialogo continuo e costruttivo, principalmente per le problematiche del nostro quartiere, ma con occhi aperti sui problemi di tutta Lamezia. Ci auguriamo che le periferie, da troppi anni scadute nel dimenticatoio, assurgano a rinascita della città e che da esse si possa ripartire per ridare lustro alla terza città della Calabria. Noi saremo sempre presenti per contribuire fattivamente a questo processo di rinnovamento culturale, urbanistico, civico e morale.
Cogliamo l’occasione per comunicare il rientro nelle fila dell’Associazione dell’arch. Antonio Carnovale, da ora in poi impegnato su due fronti.
Buon lavoro Sindaco, per noi ma principalmente per i nostri figli, che possano realizzare i loro sogni nella propria città”.

loading...