Mascaro da Piazza Mazzini: “Il centrosinistra non ha mai costruito un’identità della città” · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Mascaro da Piazza Mazzini: “Il centrosinistra non ha mai costruito un’identità della città”

domenica 17 maggio 2015

(null)LAMEZIA TERME (CZ) – Si svolto a Piazza Mazzini un nuovo momento di confronto con i cittadini del candidato a sindaco di Lamezia Paolo Mascaro.
“Questa piazza – ha affermato il candidato a sindaco di centrodestra – è in stato di abbandono totale. Dobbiamo ripensare ad una Piazza Mazzini che abbia una ripresa delle attività commerciali in quanto un tempo era il centro propulsivo del commercio in questa città. Dovrà, inoltre, diventare, luogo di aggregazione e di crescita sociale. Oggi è diventata l’ingorgo permanente del traffico lametino”. “Ci troviamo di fronte – ha aggiunto – ad una paradossale situazione in cui si sono avute a disposizione le risorse finanziarie per riqualificare la Piazza ma queste sono state utilizzate male”. “Il problema di fondo della nostra città – sottolinea Mascaro – è che non ha mai costruito una sua identità. Addirittura Lamezia ha perso totalmente capacità di richiamo”. “In questi venti anni di centrosinistra non si è mai pensato ad uno sviluppo termale – ha osservato Mascaro – né tantomeno ad attivare un percorso culturale che partendo dal Bastione di Malta possa giungere al Castello Normanno Svevo dopo aver fatto tappa presso le altre zone di richiamo storico della città. Ciò avrebbe determinato una ricaduta positiva per la città, gli imprenditori e le attività commerciali in genere. Inoltre l’assenza del trasporto pubblico urbano, in grado di collegare i diversi quartieri, ha penalizzato lo sviluppo del territorio”. “Sarò al vostro servizio” ha sottolineato il candidato a sindaco. Insieme interverremo per cambiare il volto della città”. “Tra quindici giorni – conclude – si deciderà se continuare in una logica irreversibile di involuzione o di cambiare totalmente il corso di questa città. E’ il momento della svolta: un’aggregazione civica sostenuta dai partiti, che nulla hanno chiesto in cambio al sottoscritto, determinerà quella rivoluzione sociale, culturale e amministrativa tanto attesa”.

loading...