Elezioni, Sonni: “Se non verranno fatte le primarie correrò da solo” · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Elezioni, Sonni: “Se non verranno fatte le primarie correrò da solo”

lunedì 30 marzo 2015 - 18:23
Print Friendly, PDF & Email

sonni_reattivaLAMEZIA TERME (CZ) – Con la conferenza stampa di questo pomeriggio, il candidato a sindaco Tommaso Sonni ha voluto esprimere le proprie considerazioni sulle ultime vicende che hanno riguardato la sua area politica, il centrosinistra.

“Ci siamo candidati – ha detto – perché eravamo consapevoli che il Pd e Sel erano in difficoltà elaborativa ma anziché accogliere positivamente questa idea si sono create ulteriori difficoltà”. Per Sonni però questo momento di confusione si sta cominciando a chiarie “perché qualcuno ha deciso di non partecipare alle primarie che erano il nostro obiettivo principale in quanto a noi non interessa diventare sindaco ma condividere un percorso con gli altri”.

Il candidato a sindaco ha proseguito affermando che “se non ci saranno le primarie noi correremo da soli chiedendo la collaborazione di tutto il centro sinistra”. In merito alla scelta del candidato unitario tra le fila del Pd (Vincenzo Richichi) Sonni manifesta “malumore” per non essere stato preso in considerazione dal partito democratico sottolineando che la scelta non ha visto la condivisione da parte degli stessi iscritti al Pd. Sonni ha poi spiegato come nonostante ciò siano state proposte ugualmente le primarie a Soriero ma “nonostante tutta questa nostra disponibilità le primarie non sono state fatte”.

L’aspirante primo cittadino ha dichiarato che si sta riaprendo “il tavolo delle primarie e stanno centrando di inserire al suo interno la lista di Rosario Piccioni” (che già da tempo ha dichiarato di volersene tirare fuori). Dunque fin quando non verranno fatte le primarie bisognerà temporeggiare, qualora dovessero essere annullate Sonni e il suo movimento, Città Reattiva, correranno da soli con l’appoggio di chi vorrà sostenerli. Sull’ipotesi secondo cui ciò che è accaduto finora sia stato voluto da qualcuno che “gioca a perdere” il candidato a sindaco ha dichiarato che “non è probabile” ed ha spiegato come la cosa non lo tocchi. Sul lavoro svolto dall’amministrazione Speranza ha affermato “sono state fatte tante buone cose” l’unica pecca sarebbe stata la mancanza di programmazione.

Denise Di Matteo

loading...