Gianni Speranza: “Dialogo e basta attacchi verso di me” · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Gianni Speranza: “Dialogo e basta attacchi verso di me”

mercoledì 18 marzo 2015 - 15:41
Print Friendly, PDF & Email

gianni-speranzaLAMEZIA TERME (CZ) – “Confermo quanto ho detto all’on. Pino Soriero commissario del PD lametino quando ha voluto parlarmi: sono sinceramente disponibile al dialogo, a valorizzare ogni cosa che può spingere a rasserenare il clima ed a costruire le condizioni di unità del centrosinistra a Lamezia. Ogni sforzo suo e del suo partito in questa direzione troveranno in me un sostegno ideale. Anche la nomina di solo quattro assessori vuole far sì che si possa riprendere la collaborazione in Giunta con il PD come è avvenuto in questi dieci anni”.

E’ quanto afferma il sindaco Gianni Speranza aggiungendo di prendere “atto con dispiacere però che altri, come sta facendo l’on. Italo Reale, operano in direzione contraria. Ci sono settori del PD infatti che in questi dieci anni, mentre partecipavano alla giunta ed alla maggioranza non hanno mai smesso di attaccarmi e cercare di logorarmi personalmente. E’ veramente singolare che a parlare di trasformismo, tra l’altro, sia una persona che non ha avuto alcuna remora nel fare il sub-commissario regionale per diversi anni del Presidente della Regione di centrodestra Peppino Chiaravalloti all’ emergenza rifiuti struttura nella quale ha collaborato a stretto contatto con personaggi di primo piano dell’entourage dell’on. Gasparri, all’epoca Ministro di AN oggi del PDL.

E’ ormai evidente a tutti come sia stato dannoso per la Calabria e l’ambiente il commissariamento e quanto sia stato fonte e crocevia di sprechi e di un sistema di potere odioso. Per quanto riguarda me e l’Amministrazione Comunale rilevo che le nostre scelte politiche, i nostri comportamenti e quelli dell’Amministrazione in questi dieci anni, sono tutti pubblici, alla luce del sole e concordati con il Partito Democratico”.

 

 

 

 

 

 

loading...