Nuova Giunta Lamezia, Segreteria regionale Ugl Trasporto Aereo: “Speranza vuole condizionare la scelta sul suo successore” · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Nuova Giunta Lamezia, Segreteria regionale Ugl Trasporto Aereo: “Speranza vuole condizionare la scelta sul suo successore”

mercoledì 11 marzo 2015 - 17:50
Print Friendly, PDF & Email

trasporto_aereo_ugl“Qual è il senso di una giunta revocata per essere sostituita da un’altra composta da quattro assessori uscenti?” E’ l’interrogativo che solleva la Segreteria regionale Ugl Trasporto Aereo in merito alle recenti decisioni del sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza.

“Se Speranza in questi dieci anni – aggiungono – ci ha abituato anche a decisioni senza senso, questa volta il senso è evidente: escludere gli esclusi. Fuori discussione la non riconferma di Giusi Crimi che si era dimessa nei giorni scorsi, a casa è rimasto pure il vice sindaco in carico Pino Zaffina. Si tratta di una decisione strumentale e finalizzata a impedire che l’assessore Zaffina possa sostenere la sua candidatura a sindaco del centrosinistra facendo leva anche sulla posizione autorevole che rivestiva in giunta”.

“Speranza, quindi, giunto ormai al capolinea della sua tristissima esperienza amministrativa, vuole in qualche modo condizionare – continua la nota della Segreteria regionale Ugl trasporto Aereo – la scelta del suo successore e, abbandonato per strada il fido Piccioni, navigando verso il sostegno al più congeniale Tommaso Sonni, con il quale condivide la fondamentale esperienza di boy scout, cerca di fargli da apripista indebolendo i suoi avversari interni più accreditati”.

“Poco importerebbero – sottolineano – le vicende interne di un centrosinistra ormai alla frutta e ridotto a brandelli da un frazionismo e da litigiosità intestine senza eguali, se non fosse per il fatto che da questi atteggiamenti si denotano soluzioni di continuità con l’attuale penosa esperienza amministrativa. Anziché fare ammenda delle proprie responsabilità, ammettere il fallimento colossale dell’esperienza decennale, analizzare l’inadeguatezza culturale e strutturale della sinistra a governare Lamezia, l’intera coalizione, con a capo ancora Gianni Speranza e il suo cerchietto di prestigiatori della politica, cerca di sopravvivere a se stessa riproponendo con altri ingredienti la stessa minestra”.

“Una città lasciata allo sbando, non più governata in nessuno dei suoi bisogni e problemi, un’amministrazione che per dieci anni si è spesa solo per garantire il futuro personale del suo sindaco (fallendo peraltro anche questo risultato), criticità emergenziali lasciate senza soluzione (Multiservizi, urbanistica, traffico, decoro urbano, presupposti dello sviluppo economico) continuano ad essere per Speranza e soci solo un disturbo. Quel che contava ieri – concludono – e conta oggi e vorrebbero contasse pure domani, è resistere, resistere, resistere”.

loading...