Mtl-Noi con Salvini: “Abbiamo rappresentato con orgoglio la Calabria in piazza del Popolo e non sui social” · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Mtl-Noi con Salvini: “Abbiamo rappresentato con orgoglio la Calabria in piazza del Popolo e non sui social”

lunedì 2 marzo 2015 - 18:28
Print Friendly, PDF & Email

furgiuele_salviniROMA – “Il gruppo lametino che rappresenta Matteo Salvini in regione non ha mancato l’appuntamento capitolino, per protestare contro le politiche attuate dal Governo Renzi. Ad Mtl- Noi con Salvini, si sono congiunti con crescente entusiasmo lavoratori, disoccupati, pensionati e famiglie. Ci siamo, quindi, uniti all’interno di una gremita piazza del Popolo a realtà provenienti da tutto il Paese con le regioni del Meridione in prima fila. Non pubblicando foto sui social, ma con orgoglio abbiamo guidato la Calabria in uno storico evento, che ha convinto i partecipanti a proseguire con impegno sulla strada intrapresa con il progetto “Noi con Salvini” guidato dal deputato Angelo Attaguile e dal Senatore Raffaele Volpi, promotore fin dalla prima ora di un modello ormai vincente. All’iniziativa che ha posto in luce i deficit del Paese: clandestini, disoccupazione e imposte alle stelle hanno partecipato Domenico Furgiuele segretario Mtl- Noi con Salvini, i dirigenti Luigi Taverna, Francesco Materazzo, Vincenzo Angotti, il consigliere comunale di Catanzaro Roberto Rizza, Bernardo Spadafora per la provincia di Cosenza, le delegazioni di Vibo Valentia e Reggio Calabria. Prosegue, quindi, con maggiore vigore il nostro percorso con Matteo Salvini, iniziato quando “qualcuno” allo storico meeting “Basta Euro” tenuto a Lamezia dal leder ha portato qualche fischio poi perso nel vento, indifferenza e una valanga di pregiudizi diretti al segretario della Lega. La nostra azione resterà indissolubilmente legata a Matteo Salvini e alle esigenze del territorio lametino, mentre agli altri lasciamo la “politica di facebook” e le apparizioni a convenienza”.

loading...