Massimo Cristiano (Mtl): “A Lamezia i clandestini ‘mascherano’ i deficit dell’Amministrazione comunale, che ha anche stanziato 300mila euro annui per un ‘verde’ mai esistito · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Massimo Cristiano (Mtl): “A Lamezia i clandestini ‘mascherano’ i deficit dell’Amministrazione comunale, che ha anche stanziato 300mila euro annui per un ‘verde’ mai esistito

mercoledì 21 gennaio 2015

wpid-cristiano_massimo2.jpgLAMEZIA TERME (CZ) – “Taluni, che per decenni hanno sbandierato il vessillo delle legalità ed il rispetto delle regole, hanno deciso una netta inversione di rotta, abbracciando la clandestinità. Ci troviamo dinanzi alla sindrome del dottor Jekylle Mister Hyde: uno sdoppiamento, che ha davvero dell’incredibile. Il riferimento è al gruppo di clandestini, che cura il “verde” della Piana e che è divenuto utile strumento propagandistico per mascherare i deficit dell’Amministrazione locale, all’interno di una città sempre più caratterizzata da zone simili ad una savana.

A tal proposito, i lametini devono necessariamente conoscere la destinazione dei 300mila euro circa annui stanziati dall’ente locale, per la cura degli spazi verdi. La politica del prima gli irregolari e dopo i cittadini (ci riferiamo anche agli immigrati regolari) è un boomerang destinato a colpire l’intera collettività sia sulla questione morale sia su quella occupazionale.

I veri “eroi” di questa storia sono i giovani lametini, che pur essendo stati traditi da coloro che erano investiti dal mandato elettorale a “disegnare” il loro avvenire, cercano una via per il futuro nonostante i continui e crescenti osteggi della politica locale. Ergo, a favore dell’immigrazione incontrollata si è, quindi, schierata la sinistra, che negli ultimi decenni ha sostituito il totalitarismo comunista con il totalitarismo europeista. Oggi, ci hanno imposto che si è intolleranti se non si concede di tutto e di più agli immigrati e ai clandestini. Ma è davvero intollerante non offrire opportunità di lavoro ai troppi giovani disoccupati lametini italiani, presenti nella terza città della regione, e far passare per “buono” quello che dovrebbe essere normale amministrazione per un Comune, alimentando nei fatti l’immigrazione clandestina, che grazie agli esempi lametini, verrà incoraggiata sempre di più, sempre foraggiata dal “martoriato” contribuente italiano fino anche a 35 euro al giorno per immigrato clandestino”.

Massimo Cristiano (consigliere comunale Mtl con Salvini)
Fernando Giacomo Isabella (portavoce Mtl con Salvini)

loading...