Consiglio comunale, approvati tutti i punti all’ordine del giorno · LameziaClick LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Consiglio comunale, approvati tutti i punti all’ordine del giorno

imageLAMEZIA TERME (CZ) – Alle 17:35 i consiglieri presenti in aula son stati undici, venti gli assenti. In prima battuta il consigliere Mario Benincasa (Misto) ha chiesto di mettere come primo punto all’ordine del giorno la discussione sulla realizzazione dell’autodromo Due Mari. La proposta e’ stata accolta all’unanimità.

A relazionare e’ stato l’assessore Zaffina che ha spiegato come tutta l’area sia in totale di 80 ettari ma solo 35 riguardano Lamezia Terme mentre la pista sara’ di 4 km in totale di cui 1750 riguardano il nostro comune. Tutte le strutture alberghiere saranno realizzate sul suolo di Feroleto. L’assessore ha anche detto che “ci sara’ una vasta area per grandi eventi che verrà adibita a parcheggio ed e’ a ridosso di Via del Progresso. Quest’area parcheggi, dunque, dovrà essere ceduta al comune e diverrà un’area a servizio dell’impianto sportivo”.

Gli interventi dei consiglieri sono stati un po’ discordanti tra di loro, infatti se per qualcuno la realizzazione della pista e’ una grande cosa che conferirà molta visibilità alla città, per altri questa e’ l’ennesima prova di incapacità amministrativa poiché ancora un volta lo sviluppo vero e proprio riguarderà un comune limitrofo. Prima di procedere con la votazione l’assessore Zaffina ci ha tenuto a precisare che “la realizzazione degli immobili costruibili sul suolo di Feroleto riguardano l’idea progettuale di base partorita da un privato”.

L’assessore ha poi detto che per la realizzazione dell’autodromo Due Mari ci vorranno circa cinque anni. La votazione ha avuto esito positivo poiché la delibera e’ stata approvata all’unanimità con diciassette voti favorevoli. La discussione inerente la rinegoziazione della cassa depositi e prestiti e’ stata introdotta dalla relazione dell’assessore Costantino il quale ha specificato che “il debito residuo capitale e’ di dodici milioni di euro, se prima le rate erano di 564 mila euro con la rinegoziazione si ridurranno divenendo di circa 400 mila euro semestrali.

Durante la votazione i consiglieri di opposizione hanno espresso il proprio dissenso in merito a questa manovra finanziaria definita come un modo per salvare le casse nell’immediato vincolando di conseguenza, fino al 2044, gli investimenti futuri. La delibera e’ stata approvata con dieci voti favorevoli, cinque contrari ed un astenuto (Bruno Tropea). Dopodiché si e’ proceduto con la discussione della proposta di delibera per l’emanazione della gara di affidamento della tesoreria comunale. Anche questa volta e’ stato l’assessore Costantino a relazionare specificando come il “periodo di affidamento sara’ quinquennale (dal 2015 al 2020)”. La delibera e’ stata accolta favorevolmente da dieci consiglieri e sei astenuti.

L’ultimo punto all’ordine del giorno ha riguardato la discussione in merito alla sdemanializzazione del tratto stradale di Via Marconi. Anche questa volta ha relazionato l’assessore Costantino il quale ha detto che il protocollo risale al 2012 spiegando anche che si tratta di “un tratto di strada ormai dismesso ed intercluso in un’area provata quindi di fatto non e’ utilizzato”.

I consiglieri Tropea e Ruberto hanno dichiarato di non ritenere corretto che si facciano delle preferenze in merito alle pratiche in ordine di arrivo. Infatti, alcune vengono ostacolate o perse e dunque non vengono attenzionate dalle autorità competenti. In particolar modo secondo il consigliere Tropea c’e’ una volontà di fondo nell’ostacolare determinate pratiche. Il presidente del consiglio comunale, Fancesco Grandinetti ha spiegato che “non si tratta di un passaggio dalla giunta a noi ma dagli uffici alla giunta, insomma al consiglio giungono solo le pratiche deliberate in giunta”.

Per Chirillo “alcune pratiche camminano con la Ferrari altri con una 500”, per De Biase invece sarebbe opportuno “far pervenire al consiglio un elenco storico delle sdemanializzazioni che da anni sono bloccate e di trovare un modo per far si’ che non si creino ulteriori accumuli di pratiche ed eventuali corse preferenziali alcune di esse”. Per Petronio e’ bene che “la pratica in questione venga votata per rispetto del cittadino che l’ha presentata ma e’ altrettanto necessario che le commissioni competenti raccolgano ed esamino le pratiche giacenti”. Il sindaco, Gianni Speranza, ha dichiarato di aver preso atto delle lamentele e segnalazioni avanzate dai vari consiglieri ed ha chiesto di avere una relazione scritta in cui viene segnalato ciò. Dopodiché si e’ proceduto con la votazione che ha decretato l’approvazione della pratica con quindici voti favorevoli ed un astenuto (Bruno Tropea).

Denise Di Matteo

Commenta

loading...