Sopralluogo fiumi e torrenti cittadini, Mtl chiede l’intervento della Provincia · LameziaClick LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Sopralluogo fiumi e torrenti cittadini, Mtl chiede l’intervento della Provincia

fiumi_mtlLAMEZIA TERME (CZ) – Alcuni sopralluoghi riguardanti l’annoso e impellente problema dei torrenti in città, nello specifico nella stessa giornata il Consigliere Comunale Massimo Cristiano, insieme ai Dirigenti del Movimento Terriotorio e Lavoro, Arch. Francesco Materazzo, Angotti Vincenzo, Taverna Luigi, hanno effettuato delle verifiche e ispezioni in tre zone distinte della città, ovvero, su richiesta dei cittadini del luogo capitanati dal Sig. Saladino Pasquale in C/da Calia (torrente Piazza), successivamente presso il torrente Canne con il referente di zona Sig. Valentino Vesci e per finire presso il torrente situato a ridosso di via degli Emigranti su segnalazione di ben 30 famiglie del luogo; si aggiunge il sopralluogo fatto circa un mese fa presso il torrente Cantagalli.

“Da un’ attenta analisi – si legge in una nota – abbiamo potuto riscontrare che tutti i fiumi del lametino presentano le stesse criticità ovvero: invasi da sterpaglie e arbusti di ogni genere i quali ostruiscono il regolare deflusso delle acque provocando potenziali problematiche di inondazione per le case situate nei pressi dei torrenti e non solo.

I torrenti risultano completamente abbandonati e necessitano di interventi urgenti di pulizia da tutti quei materiali che costituiscono ostacolo o restringimenti al deflusso, ovvero alberi, arbusti e quanto altro ostruisce o riduce la sezione fluviale con la pulizia in alveo.

Si è constatato che la fitta vegetazione potrebbe causare diversi problemi imminenti per cose e persone tra cui:

• L’impedimento del normale deflusso delle acque con conseguente tracimazione;

• Difficoltà al naturale scarico delle acque reflue dell’impianto di depurazione;

• Difficoltà di transito per i mezzi di soccorso poiché la suddetta vegetazione ha invaso quasi tutta la superficie stradale;

• Per come è già avvenuto potrebbe causarsi il pericolo di inondazione per le case adiacenti al fiume.

• Rischio incendio per come già è avvenuto.

Abbiamo riscontrato – ancora la nota –  presso il torrente Canne in località Timpone la rottura della rete fognaria, per questo motivo i liquami finiscono nel fiume, per tanto invitiamo immediatamente l’ufficio tecnico del Comune di Lamezia Terme ad intervenire.

I recenti fatti di Genova impongono una presa di coscienza da parte di chi ha responsabilità di governo, per questo motivo oltre a fare gli auguri di buon lavoro al neo Presidente della provincia di Catanzaro Dott. Bruno, invitiamo lo stesso ente, in quanto responsabile della gestione dei fiumi , ad intervenire urgentemente con la massima celerità ed evitare che con l’imminente arrivo dell’ inverno la questione diventi incontrollabile, anche perché la situazione sta prendendo i connotati di una vera e propria emergenza, non da meno la psicosi da panico che inizia a manifestarsi tra la popolazione.

I cittadini in quanto contribuenti hanno tutto il diritto affinché vengano effettuati i lavori richiesti e a vivere in tranquillità senza dover avere la paura di un eventuale straripamento dei fiumi e senza dover aspettare un intervento, solo dopo un’ipotetica tragedia.

Per quanto sopra indicato – concludono i dirigenti Mtl – invieremo una dettagliata relazione all’organo competente ovvero la Provincia di Catanzaro e per conoscenza al Prefetto di Catanzaro e al Sindaco di Lamezia Terme fra 15 giorni faremo il punto della situazione”.

Commenta

loading...