Nicola Mastroianni (Gruppo Misto) invia lettera aperta al neo Presidente Enzo Bruno · LameziaClick LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Nicola Mastroianni (Gruppo Misto) invia lettera aperta al neo Presidente Enzo Bruno

nicola_mastroianni2LAMEZIA TERME (CZ) – “Formulo gli auguri all’amico Enzo Bruno, neo Presidente della Provincia e a tutti i consiglieri provinciali eletti domenica scorsa e, colgo subito l’occasione per chiedere loro di inserire nell’agenda dei lavori dell’amministrazione provinciale due temi importantissimi per il nostro contesto: il problema dell’officiosità idraulica e il mare pulito.

Il primo problema rappresenta per la comunità lametina un grande fattore di rischio e di emergenza per quanti risiedono con le loro abitazioni lungo i corsi d’acqua che scorrono come budelli sul territorio lametino per poi sfociare a mare sul litorale tirrenico.

E’ notorio lo stato di abbandono in cui versano da anni i corsi d’acqua che sono invasi da arbusti ad alto fusto e da detriti di vario genere che ostacolano il normale deflusso delle acque delle fiumare al punto di tracimare e mettere a rischio l’incolumità della popolazione residente.

Ne sono prova i due episodi di esondazione del torrente Cantagalli in Sant’Eufemia Lamezia alla località Boccioni-Pitizzanni che ha messo in serio pericolo l’incolumità delle famiglie che risiedono in quella zona.

Finanche il Comando del 2° Reggimento Aviazione dell’Esercito “Sirio” ha recentemente segnalato la situazione di allarmante pericolo il rischio di esondazione del torrente che costeggia l’aeroporto internazionale di Lamezia Terme per via della fitta vegetazione cresciuta nell’alveo e sugli argini che potrebbe determinare impedimento al normale deflusso delle acque con conseguente tracimazione nelle aree circostanti, creando disservizi agli ambienti tecnologici esistenti e rendere difficoltoso il transito alle forze dell’ordine addette alla vigilanza e ai mezzi di soccorso preposti alle emergenze aeroportuali in quanto la vegetazione ha invaso quasi tutta la superficie stradale.

Per evitare che si ripetano drammi come quello accaduto qualche giorno addietro a Genova bisogna intervenire subito, con un piano d’intervento finalizzato a mettere in sicurezza le aree a rischio e con interventi straordinari per sbloccare gli iter amministrativi. La fragilità del nostro territorio deve essere considerata una priorità intorno alla quale concentrare risorse e investimenti che consentirebbero anche di creare occasioni di lavoro per molte aziende e soprattutto garantire la sicurezza e l’incolumità della popolazione.

Altro tema importantissimo da inserire nell’agenda dei lavori provinciali è quello della depurazione delle acque per garantire la fruibilità del mare pulito per la prossima stagione estiva ai bagnanti, ai turisti per riconquistare l’immagine sana di una terra vocata al turismo.

Diviene pertanto indispensabile coinvolgere fin da subito tutte le istituzioni che a vario titolo concorrono alla preservazione e al rispetto dell’ambiente e del territorio per reprimere il fenomeno degli scarichi reflui civili e industriali che scorrono lungo i fossi d’acqua e ricondurre alla soluzione un problema annoso e dannoso tanto per i cittadini quanto per gli operatori economici”.

Nicola Mastroianni, Consigliere Comunale Gruppo Misto

Commenta

loading...