Florindo Rubbettino candidato alla presidenza della Regione Calabria? · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Florindo Rubbettino candidato alla presidenza della Regione Calabria?

venerdì 6 giugno 2014

florindo_rubbettinoPotrebbe essere Florindo Rubbettino la persona a mettere tutti d’accordo nel centrosinistra per la candidatura a presidente della Regione Calabria.L’editore di Soveria Mannelli, 42 anni, insieme al fratello Marco , manda avanti l’azienda di famiglia nota in tutta Italia e vanta anche l’incarico di presidente del Gruppo Giovani di Confindustria. E per questa proposta si è preso 15 giorni di tempo per decidere se accettare o meno.

Secondo quanto riporta il Quotidiano di Calabria, per l’enturage del segretario nazionale e premier Matteo Renzi sarebbe la persona giusta per dare una immagine nuova e positiva della Calabria. E’ evidente che con l’ipotesi di candidatura di Florindo Rubettino non verrebbero svolte le primarie chieste ripetutamente dalla minoranza del Pd calabrese che punta su Mario Oliverio a cui ha lanciato il guanto di sfida Demetrio Naccari Carlizzi. Solo l’eventuale rifiuto dell’imprenditore di Soveria Mannelli aprirebbe nel Pd uno scenario diverso e complesso. Dell’ipotesi Rubbettino si è discusso due sera fa nel corso di una riunione nella sede della segreteria nazionale del Pd dove si è parlato del caso Calabria. Discussione continuata anche ieri perché il Pd vuole accelerare i tempi e arrivare a chiudere la partita per avviare la subito la campagna elettorale.

A questo punto sembra anche archiviata l’ipotesi del giovane deputato cosentino Ernesto Carbone, amico personale di Renzi. Carbone è il regista dell’operazione che ha portato nei giorni scorsi nel Pd il deputato di Sel Ferdinando Aiello. L’annuncio è stato fatto ieri ed è stato salutato con favore sia dallo stesso Carbone che dal segretario regionale Ernesto Magorno che sottolinea «l’ulteriore ed importante segnale della capacità di aggregazione dell’azione di cambiamento che ha avviato Matteo Renzi nella politica italiana e nel Paese».

loading...