La scelta della miss sfregiata con l’acido: ecco il mio volto, questo non è amore · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

La scelta della miss sfregiata con l’acido: ecco il mio volto, questo non è amore

giovedì 20 aprile 2017 - 17:14
Print Friendly

Ha scelto di mostrare i segni, della furia dell’uomo che diceva di amarla. Di far vedere a tutti «quello che mi ha fatto». Gessica Notaro, la miss Romagna sfregiata con l’acido dall’ex fidanzato Edson Tavares lo scorso 10 gennaio, tre mesi dopo il giorno che la ha cambiato la vita per sempre, ha deciso di mostrare in televisione il suo volto.

«Ecco come mi ha ridotta, questo non è amore»
Lo ha fatto nello studio del «Maurizio Costanzo show», nella puntata in onda il 20 di aprile. Si è presentata con i jeans e una maglia scura, una sciarpa a coprire completamente il viso. «Se vuole può rimanere così» le ha detto Costanzo. «Preferirei toglierlo», ha risposto Gessica. Come Lucia Annibali, anche questa 28enne di Rimini ha deciso che tutti dovevano vedere cosa le ha fatto Edson, il suo ex compagno capoverdiano. L’uomo che diceva di amarla. E che invece il 10 gennaio si è presentato sotto casa sua e le ha rovesciato dell’acido addosso. Il volto deturpato, la benda sull’occhio sinistro, quello più volte operato per cercare di salvarle la vista. «Voglio che si veda cosa mi ha fatto, questo non è amore» ha detto Gessica.

Il processo
La ex miss Romagna, che lavorava come addestratrice di leoni marini al delfinario di Rimini, è ancora in prognosi riservata. Ma prima della televisione, era stata in aula, dove il suo ex è a processo per stalking e minacce. «Voglio che mi veda, deve sapere quello che mi ha fatto. Allora mi sentirò a posto» aveva detto. Prima dell’aggressione del 10 gennaio l’aveva già denunciato, il gip aveva disposto il divieto di avvicinamento a Gessica. Ma lui, Edson, aveva continuato a perseguitarla. Fino a quella sera. «Mentre l’acido mi mangiava la faccia, io in ginocchio pregavo – aveva detto la 28enne – Pregavo Dio, toglimi la bellezza ma lasciami almeno la vista».

«Non perdonerò mai Eddy ma non lo odio»
«Tornerò a essere quella di sempre – aveva promesso Gessica, a se stessa soprattutto – anche se per anni non potrò guardare il sole se non con delle maschere e bendata. Non potrò fare il bagno con i miei amati delfini perché il cloro sarebbe devastante. Non perdono Eddy, non lo perdonerò mai, ma non lo odio». Giovedì 27 aprile verrà ricevuta dal ministro della Giustizia Andrea Orlando. Edson Tavares si trova al momento in carcere a Forlì, gli è stato revocato il permesso di soggiorno: dopo la sentenza sarà espulso dall’Italia.

pubblicità

loading...