Nizza, sei italiani tra le vittime: tra essi Angelo d’Agostino, di origini calabresi · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Nizza, sei italiani tra le vittime: tra essi Angelo d’Agostino, di origini calabresi

martedì 19 luglio 2016 - 11:48
Print Friendly, PDF & Email

vittima_nizzaNIZZA – È arrivata nella notte la conferma: tra le vittime della strage di Nizza ci sono anche Carla Gaveglio, Maria Grazia Ascoli, Gianna Muset e Angelo D’Agostino, quattro degli italiani dati per dispersi fino a oggi, che si aggiungono a Mario Casati, formalmente identificato ieri. Confermata anche la morte dell’l’italo-americano Nicolas Leslie anche se ancora non si è trovato il corpo.

Mario Casati era un novantenne residente a Milano ma originario della Brianza. Vedovo, con due figlie femmine era in vacanza con Maria Grazia Ascoli. Amava Nizza e aveva deciso di acquistare una casa per poterla visitare più spesso

Maria Grazia Ascoli (79 anni) era la compagna di Casati. Si erano conosciuti in tarda età ed andavano spesso a Nizza in vacanza

Angelo D’Agostino (71 anni), di origini calabresi, era andato a Nizza per festeggiare la pensione con la moglie Gianna Muset, era stato un dipendente della ditta Ledeen

Gianna Muset (68 anni) di Voghera era la moglie di Angelo D’Agostino

Le due coppie si conoscevano ed erano insieme sulla Promenade des Anglais per assistere ai fuochi d’artificio del 14 luglio.

Carla Gaveglio, 48 anni, era di Piasco in provincia di Cuneo. Il marito e la figlia sono ricoverati all’ospedale Pasteur. La ragazza di 14 anni sostiene di aver visto la madre cosciente mentre veniva caricata su un’ambulanza. Il marito Pietro Massardi dal suo letto d’ospedale si è limitato a scrivere su Facebook un messaggio: “Grazie per tutta l’amicizia che mi avete dato”. Ventiquattr’ore prima postava: “Sono convinto di darvi presto buone notizie sicuramente con l’aiuto dei nostri angeli”.

Nicolas Leslie (20 anni) il giovane si trovava nella città francese per un programma di interscambio universitario.

La Farnesina conferma la morte del 20enne italo-americano Nicolas Leslie anche se ancora non si è trovato il corpo. Il giovane si trovava in Francia nell’ambito di un programma di scambio universitario. “È una notizia tragica e devastante”, ha commentato il rettore dell’università di Berkeley, Nicholas Dirks. Leslie studiava scienze ambientali, era nato in Italia, a Milano, ma viveva e studiava negli Stati Uniti.

I FERITI
Resta ricoverato in rianimazione Andrea Avagnina, 53 anni, un altro degli italiani coinvolti nell’attentato. A confermare la notizia è stato il Comune di San Michele Mondovì, nel cuneese, dove l’uomo è consigliere comunale. Ritrovata viva anche sua moglie Marinella Ravotti, infermiera di 55 anni, data inizialmente per dispersa.

La donna è in coma farmacologico, ma non è in pericolo di vita. A rintracciarla è stata la figlia, corsa subito a Nizza insieme al fidanzato. Aveva il volto molto tumefatto ed è stata riconosciuta grazie agli anelli che aveva al dito. “L’hanno cercata in tutti gli ospedali senza esito” ha raccontato il sindaco di San Michele Mondovì, Domenico Michelotti. “Poi sono tornati nell’ospedale Pasteur dove era ricoverato il papà e grazie ad un medico italiano l’hanno trovata. Era praticamente nella camera accanto”.

È stata ritrovata sana e salva la famiglia dell’italo-canadese Salvatore Sermoneta. L’uomo, 55 anni, aveva in programma un tour in Europa con moglie e bimba piccola. La figlia maggiore, allarmata per la mancanza di notizie, aveva dato l’allarme. Ma loro erano al sicuro a Londra. Da Nizza non erano nemmeno passati.

loading...