La splendida storia di Smiley, il golden retriever cieco che dona gioia con la sua pet-therapy · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

La splendida storia di Smiley, il golden retriever cieco che dona gioia con la sua pet-therapy

giovedì 12 marzo 2015

golden_smileyCieco dalla nascita, Smiley è un dolcissimo golden retriever che ha vissuto i suoi primi anni di vita soffrendo molto. Abbandonato da cucciolo, poi accolto in un rifugio, ha sviluppato una grave infezione agli occhi che causava dolore e disagio, oltre a fargli perdere la vista.

Per questo motivo, quando Joanne ha deciso di adottarlo, si è rivolto ad un veterinario che ha effettuato un intervento chirurgico per alleviare le sue pene. Da quel momento Smiley ha iniziato una nuova vita: ha trovato una nuova casa ed ha smesso di soffrire, dimenticando il suo triste passato.

Oggi ha 10 anni ed è rimasto un cucciolone, perennemente felice, con così tanta voglia di trasmettere gioia ed amore da farlo diventare un cane da terapia certificato.

Passa le sue giornate insieme a persone disabili, con gravi problemi cognitivi, portando conforto a bambini ed adulti: la sua sola presenza illumina le loro giornate, cambiando i loro comportamenti in modo miracoloso.

Ecco cosa racconta la madre di una bambina che fa terapia con lui: “Non avevo mai visto mia figlia stare in un posto per un lungo periodo, ma quando ha incontrato per la prima volta Smiley è rimasta con lui sul pavimento a farsi le coccole per oltre 30 minuti. Non potevo crederci!”

Quella di Smiley è davvero una storia meravigliosa: anche dopo una brutta partenza si può ricominciare. Quando ancora viveva nel rifugio nessuno credeva che avrebbe mai potuto avere una buona qualità della vita. E invece Smiley ha smentito tutti, non solo sta vivendo una splendida esistenza, ma è lui stesso a portare gioia nella vita di tutti quelli che incontra.

(da Greenme)

 

loading...