Femminite acuta! · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Femminite acuta!

giovedì 12 giugno 2014

paperinoQuesto sono io:
Sono sfortunato, ma anche simpatico. Lavativo, ma generoso. Ho un carattere ricco di chiaroscuri. Sono un eterno adolescente, sfrontato e insicuro, alle prese con grandi potenzialità e contraddizioni altrettanto grandi. Sono sicuro che ogni lettore, seguendo questo blog, sarà tentato dalla curiosità morbosa di sapere se sono sposato o no, se ho una compagna, insomma una donna oppure no, se ho una papera oppure no. Rassegnatevi, non ve lo dirò mai! Lo so, mi vedreste bene sul lettino dell’analista….

Centro commerciale evitato accuratamente di sabato pomeriggio (troppe donne incartapecorite e troppi mariti ammansiti al fianco) decido, in orario strategico e di martedì giorno scialbo apparentemente, di fare un giro.Donna piacevole alla vista come fumo e vapori di profumo usato come doccia schiuma, mora, benestante (a giudicare da abiti ed accessori esposti e sovra-esposti stile statua in processione) intenta a parlare con qualcuno al telefono cellulare attira la mia attenzione.

Guardiamo i prodotti esposti nello stesso scaffale, quando sento: “… devi credermi, questa volta è troppo, mi rintano in casa e non esco almeno fino a novembre!”

Ed io: “giuralo!!!”

Lei continua, la sua voce è carica di preoccupazione, prende i prodotti dagli scaffali come una scimmia fa con le banane e intanto continua: “… io ho fatto del mio meglio, ho speso una fortuna, ho seguito ogni consiglio … ma proprio non ci sono riuscita; questa volta devo arrendermi al destino!”

“Wow!” mi sono detto … “e io che scherzavo, deve aver qualche serio problema …!”

“… forse sarà il caso che mi decida e ricorra ad un intervento, sono disperata!”

Beh sapete, essere cinici potrebbe essere una gran qualità per un uomo, specie se utilizzata verso le donne, ma qui il discorso si faceva serio e triste, per cui mi ammorbidisco un po’, ma vi confesso continuo ad essere incuriosito.

Lei prende una strada io un’altra, ci si perde di vista (questa è la parte più interessante di una relazione con una donna eh eh )…

Ma me la ritrovo al banco salumi, lei stentava a prendere il numerino dall’elimina code perché distratta dalla telefonata ed io, zac passo avanti per puntare diritto alla mortadella. La nostra avventura continua … corsia detergenti, quando sento la sua voce: “… te l’ho detto! Non ci entro più!!! Devo fare qualcosa … anzi ho perso fin troppo tempo!”

Poi: “… so che c’è uno specialista molto bravo a Milano, vedremo …”

“Ok, penso di aver capito … è malata!” … dico tra me e me preso da un moto di solidarietà improvvisa.

Ed è adesso che scopro da quale malattia è affetta questa donna: “… me lo ha detto Marina … ti rifà il culetto come una sedicenne … e se è vero quel che dice allora starò in spiaggia 24h al giorno! Altro che rinchiudermi!”

Capito???

Aveva la “femminite acuta”, l’unica malattia a cui non solo non è stata trovata una cura, ma non l’ha mai cercata nessuno!

Ovvio, basta farsi due conti per capire, l’estate è alle porte e le donne iniziano un calvario mentale susseguito da isterismo di massa per la “prova costume”!

Liposuzioni, ritocchini, diete esilaranti, terapie truffaldine, fitness, prodotti snellenti e chi più ne ha più ne metta!

E poi hanno pure il coraggio di dire che lo fanno solo per star meglio con loro stesse!

Ma da qualche tempo a questa parte, questa malattia che un tempo non era contagiosa (bastava nascere femmine) ha subito una mutazione genetica che l’ha trasformata in una vera epidemia colpendo anche l’uomo!

Ne sono immuni solo gli uomini seri, affidabili, concreti , onesti con se stessi e con gli altri e con un gran spirito di autoironia e che lavorano tanto e bene (così tanto da non poter avere tempo da spendere in simili stupidaggini)e le donne ( sigh! mi stizza ammetterlo) serie, affidabili, concrete, oneste con se stesse ed un gran spirito di autoironia… Saremo in pochi … ma buoni, forse non “boni”, ma buoni di sicuro!

Così anch’io ho pensato alla mia “prova costume” e … porca l’oca (ops! scusa cara) devo comprarne uno nuovo, di una taglia più grande!

Poi scenderò in spiaggia e con la mia panzetta tutta salute mi metterò a favore di sole generando fastidiosi riverberi di luce verso certe donne che si stravaccano al sole come rettili aberranti!

Questo si che è godersi la vita!

Donald Duck

loading...