Mal di stomaco: differenza tra omeprazolo e pantoprazolo · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Mal di stomaco: differenza tra omeprazolo e pantoprazolo

mercoledì 6 novembre 2013

mal-di-stomaco-rimedi-causeD: Buongiorno dottore, mi è stata prescritta una cura a base di omeprazolo per i miei problemi di stomaco, ma a molti conoscenti con lo stesso problema è stato prescritto il pantoprazolo. Che differenza c’è? Grazie per la risposta e complimenti per la nuova interessantissima rubrica. Anna

R: Gentile Signora, nella sua domanda non specifica quale sia il suo “problema di stomaco”. Di fatto, la scelta di prescrizione di un principio attivo, rispetto ad un altro, ha numerosissime variabili, ma generalmente dettate dal giusto inquadramento del paziente, rispetto alla patologia da trattare e alla condizione clinica generale. Nel caso di molecole appartenenti alla stessa classe, come per l’omeprazolo e il pantoprazolo (entrambi inibitori della pompa protonica, PPI) la scelta può esser condizionata, a volte, da fattori soggettivi per ogni singolo paziente, come, ad esempio, nel caso di allergie o di effetti indesiderati che possono insorgere con una sostanza e non con un’altra.

Rispetto al suo quesito, posso dirle, in linee generali, che da un punto di vista strettamente farmacologico, le ultime metanalisi pubblicate non mostrano grandi differenze di efficacia delle due sostanze nel trattamento del medesimo disturbo gastrico, sia esso gastrite, ulcera gastroduodenale, malattia da reflusso gastroesofageo o sindrome di Zollinger Ellison, anche se, nella pratica clinica quotidiana, è controversa la dichiarazione dei medici, alcuni dei quali intravedono una risposta terapeutica maggiore con il pantoprazolo rispetto all’omeprazolo. Sottolineo, che le differenze di efficacia sono, comunque, sempre relative alla patologia da trattare e, al di là delle evidenze scientifiche e dati statistici, alcuni pazienti che non rispondono o rispondono male ad un inibitore di pompa possono rispondere a PPI alternativi, magari usati a dosi diverse. La scelta deve quindi essere basata sulla risposta individuale. Cordialità.

Il Dr. Alessandro Cordiano risponderà alle domande che i lettori di Lameziaclick intenderanno formulare attraverso il forum “IL FARMACISTA RISPONDE”, nell’intento di dirimere incertezze e perplessità legate al mondo dei farmaci, della salute e del benessere. Leggi l’apposito DISCLAIMER prima di scrivere.

FARMAMENTIS, IL FARMACISTA RISPONDE

loading...