Rauol Bova e Chiara Francini in scena al Grandinetti · LameziaClick LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Rauol Bova e Chiara Francini in scena al Grandinetti

LAMEZIA TERME (CATANZARO) – Giovedì 8 marzo 2018, festa della donna alle ore 20,45 eccezionale evento della stagione teatrale AMA Calabria con lo spettacolo Due2 che ha per protagonisti due attori di prima grandezza: Raoul Bova e Chiara Francini. Lo spettacolo, penultimo di una stagione che ha registrato ad ogni serata il tutto esaurito, rappresenterà per quanti avranno il privilegio di assistervi una emozionante occasione d’ascolto e di fruizione.

Un inedito Raoul Bova dà il volto a Marco, mentre l’altra metà, Paola, è interpretata da Chiara Francini, astro nascente della commedia italiana. L’autore del testo è Luca Miniero alla sua prima messa in scena teatrale dopo i fortunati successi avuti dietro la macchina da presa (Benvenuti al Sud, Benvenuti al Nord, Un boss in salotto, Non c’è più religione).

Cosi si esprime il regista dello spettacolo Luca Miniero: La scena è una stanza vuota. L’occasione è l’inizio della convivenza che per tutti gli essere umani, sani di mente, è un momento molto delicato. Che siano sposati o meno, etero oppure omo. Marco è alle prese con il montaggio di un letto matrimoniale, Paola lo interroga sul loro futuro di coppia. Sapere oggi come sarà Marco fra 20 anni, questa è la sua pretesa. O forse la sua illusione. La diversa visione della vita insieme emerge prepotentemente nelle differenze fra maschile e femminile. Entrambi i due giovani evocheranno facce e personaggi del loro futuro e del loro passato: genitori, amanti, figli, amici che come in tutte le coppie turberanno la loro serenità. Presenze interpretate dagli stessi due protagonisti che accompagneranno fisicamente in scena dei cartonati con le varie persone evocate dal loro dialogo. Alla fine il palco sarà popolato da tutte queste sagome e dai due attori: l’immagine stilizzata di una vita di coppia reale, faticosa e a volte insensata. Perché non sempre ci accorgiamo che in due siamo molti di più. E montare un letto con tutte queste persone intorno, anzi paure, non sarà mica una passeggiata.

Commenta