“A Ciambra” candidato all’Oscar il film ambientato nella comunità rom di Gioia Tauro · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

“A Ciambra” candidato all’Oscar il film ambientato nella comunità rom di Gioia Tauro

martedì 26 settembre 2017 - 17:55
Print Friendly, PDF & Email

ROMA – “A Ciambra”, di Jonas Ash Carpignano, ambientato nella comunità rom di Gioia Tauro, è candidato per l’Italia alla selezione del Premio Oscar per il miglior film in lingua non inglese. Lo ha deciso oggi la commissione di selezione istituita presso l’Anica.

L’annuncio delle nominations è previsto per il 23 gennaio 2018, mentre la cerimonia di consegna degli Oscar si terrà a Los Angeles il 4 marzo. La designazione di “A Ciambra” è stata decisa dalla Commissione di Selezione per il film italiano da candidare all’Oscar istituita dall’Anica lo scorso 4 agosto, su invito dell'”Academy of Motion Picture Arts and Sciences”, riunita davanti a un notaio e composta da Nicola Borrelli, Cristina Comencini, Carlo Cresto-Dina, Felice Laudadio, Federica Lucisano, Nicola Maccanico, Malcom Pagani e Francesco Piccolo.

“A Ciambra”, il film scelto per rappresentare l’Italia agli Oscar, è sostenuto dal progetto LuCa (intesa tra Fondazione Calabria Film Commission e Lucana Film Commission).
In una nota diffusa dalla Lucana Film Commission, il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, ha evidenziato che il progetto Lu.Ca “dimostra che la cooperazione virtuosa tesa alle economie di scala e alla qualità dei progetti è uno strumento molto utile per l’industria culturale del Paese”.
Per il presidente della Calabria Film Commission, Giuseppe Citrigno, e per il direttore della Lucana Film Commission, Paride Leporace, “aver creduto in questo piccolo capolavoro del cinema della modernità riempie di soddisfazione per i risultati raggiunti dal giovane autore e dalla cosmopolita componente produttiva. Risultati significativi che rilanciano il nostro protocollo d’intesa che potrà continuare ad essere strumento di sostegno per altri giovani emergenti registi lucani e calabresi”.

loading...