Cosenza, presentazione del volume di Simona Stammelluti “Il ricordo sconnesso” · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Cosenza, presentazione del volume di Simona Stammelluti “Il ricordo sconnesso”

mercoledì 20 luglio 2016

Stammelluti_libroCOSENZA – Tre storie, intrecciate senza che il lettore se ne accorga se non quando giunge alla parola “fine”. È “Il ricordo sconnesso”, ultima fatica letteraria di Simona Stammelluti (Falco Editore). Il romanzo sarà presentato giovedì 21 luglio, alle 19, nella sala conferenze della casa editrice Falco in corso Telesio 59, nel centro storico di Cosenza.

Interverranno l’avvocato Sabrina Rondinelli, l’editore Michele Falco e l’autrice del volume. Modera la giornalista Iole Perito.

Il libro
I personaggi sembrano avere storie a sé, ma si incontrano, tutti, in un punto soltanto della narrazione e, da quel momento in poi, ognuno di essi proseguirà per la propria strada, non sapendo che legame c’è tra di loro, ma portando con sé un cambiamento, che farà mutare radicalmente le loro vite. Un medico, cinico e ossessionato dalla sua bravura, che si innamora di una donna, sua paziente. Perde così gran parte delle sue certezze, del suo senso di onnipotenza e della sua smania di successo. Un amore, il loro, che non ha assolutamente nulla di scontato, niente che ricordi amori già sentiti, o visti, o raccontati. Una storia, quella di Francesco e Lavinia, che non si chiude con le parole “e vissero felici e contenti”, ma con quelle “e vissero al massimo delle loro volontà”. La storia di una coppia, Laura e Guglielmo, che arriva al matrimonio come se fosse un’ultima spiaggia, ma entrambi nascondono un segreto, che non rivelano al proprio reciproco coniuge, che falserà la loro esistenza, che li porterà a stare insieme ma a essere infelici, e a commettere errori su errori, fino ad arrivare a un punto di non ritorno nel quale le menzogne si sostituiscono così tanto alla realtà che per la vita di uno dei due non ci sarà più scampo. Una donna che mette al mondo due bimbe, gemelle, dopo aver subìto uno stupro. Essendo assai giovane le dà via, senza sapere mai cosa ne è stato di loro, fin quando qualcosa accade, e il destino mette di nuovo insieme le tre donne, che non sanno di essere tra loro così intime, ma che, spinte da una sorta di sesto senso, faranno qualcosa per l’altra, mettendo le loro tre vite di nuovo in discussione. Di queste tre vite, solo quella della madre si salverà davvero, perché per le gemelle il destino riserverà un finale comune.

L’autrice
Simona Stammelluti (Bari, 1970). Musicista, giornalista di settore, appassionata di jazz, scrittrice. Vive incastonata tra il “potere assoluto” della parola e la voglia di raccontare storie. Ha già pubblicato un romanzo, La chiamavano BB, edito da Albatros.

loading...