Tabularasa, cresce l’attesa per domani: Nicola Gratteri, la rock band al femminile “le Rivoltelle” e la chitarra battente di Francesco Loccisano · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Tabularasa, cresce l’attesa per domani: Nicola Gratteri, la rock band al femminile “le Rivoltelle” e la chitarra battente di Francesco Loccisano

giovedì 7 luglio 2016

tabularasa_8 luglioREGGIO CALABRIA – Cresce l’attesa per il grande evento che venerdì 8 luglio vedrà protagonisti a Tabularasa uno dei magistrati più amati d’Italia e due tra le realtà musicali più importanti che abbia espresso la Calabria. Nello splendido scenario dell’Arena dello Stretto, sul Lungomare di Reggio Calabria, si parte alle 19 e 30 con la chitarra battente di Francesco Loccisano, si prosegue alle ore 21 con Nicola Gratteri, da poco nominato Procuratore di Catanzaro, e a seguire potremo immergerci nelle sonorità della rock band  tutta al femminile “Le Rivoltelle”. Un mix tra musica e impegno civile studiato per rendere la serata dell’8 luglio indimenticabile: non a caso “Le Rivoltelle”, nel corso del loro concerto, presenteranno il loro nuovo brano “Io non m’inchino” dedicato proprio a Nicola Gratteri.

L’innato talento di Loccisano avrà il compito di aprire la serata evento: presenterà in anteprima il suo nuovo album. La sua grande passione per la chitarra battente, capace di produrre suoni dall’indiscutibile fascino, sarà accompagnato dai colori del tramonto sullo Stretto. L’approccio alla battente non può definirsi comune. Loccisano infatti riesce a tirar fuori dal suo strumento un potenziale finora inespresso. La battente diventa non solo strumento sostenitore del canto, ma strumento solista in grado di affermare una propria tipicità unica.

Nicola Gratteri non ha bisogno di presentazioni. La sua attività nella lotta alla ‘ndrangheta, gli importanti risultati raggiunti, il suo impegno sul piano sociale per far sì che all’attività repressiva si accompagni una rivoluzione culturale che metta la legalità e i valori costituzionali al primo punto, ne hanno fatto un punto di riferimento nazionale e internazionale.

Quello delle Rivoltelle è un gruppo che nasce nel 2005 dall’incontro tra le calabresi Elena (voce, violino, sax e chitarre), Alessandra (basso, chitarre, voce e cori), Paola (batteria, percussioni e cori) e Angela (chitarre e cori). Le quattro ragazze scrivono, compongono e arrangiano le loro canzoni, ma sono anche interpreti di un vasto repertorio di grandi successi nazionali ed internazionali. Molto conosciute a livello nazionale, vantano tra l’altro partecipazioni al Gran galà del Festival di Sanremo, alle trasmissioni televisive “DoReCiakGulp” di Vincenzo Mollica, “Di che talento sei?”, format di RaiUno condotto da Maurizio Costanzo ed Enrico Vaime, e “Chiambretti Ore 10”. I loro video sono stati lanciati in homepage sulle più importanti testate online (Corriere.it, Repubblica.it, Repubblica XL). Tra le produzioni più note il singolo “Guarda che Luna”, remake del brano portato al successo da Fred Buscaglione, arrangiato in chiave rock dal Maestro Adriano Pennino.

Ma le sorprese di Tabularasa non si fermano alla serata dell’8 luglio. Giusto per segnalare alcuni degli eventi in programma, sabato 9 luglio, a partire dalle ore 21, altri due ospiti d’eccezione: Diego Cugia, ideatore e anima del popolarissimo “Jack Folla”, il dj condannato a morte negli Stati Uniti, al quale viene concesso di trasmettere su una radio italiana (Radio 2) la musica della sua vita, e a seguire Giulio Cavalli, attore e scrittore molto noto per il suo impegno civile che presenterà il suo ultimo libro e si esibirà in un monologo. Ancora, lunedì 11 si parlerà di immigrazione e accoglienza con il sindaco di Riace Mimmo Lucano e l’inviata di guerra Barbara Schiavulli, mentre martedì 12 luglio sarà la volta degli scrittori calabresi Gioacchino Criaco, Mimmo Gangemi, Paola Bottero e Lou Palanca. Mercoledì 13 luglio altra serata con grande musica: subito dopo la consegna del ricavato della partita di beneficenza tra Reggina 88 e Reggina 99 all’Hospice di Reggio Calabria, l’attesissimo Peppe Voltarelli in concerto. Il giorno dopo, giovedì 14, la serata del “crimine al microscopio”, con volti noti al pubblico televisivo: Roberta Bruzzone, tra gli ospiti fissi dei salotti di Bruno Vespa dedicati ai delitti italiani, e ancora Marina Baldi, Ilenia Petracalvina, Fabio Sanvitale ed Emanuele Florindi. A seguire il concerto di “Prospettive di gioia sulla luna”. Venerdì 15 si parlerà del “Quarto potere ai tempi della crisi” con il vicedirettore di Repubblica Giuseppe Smorto e il presidente della Corte d’Appello di Reggio Calabria Luciano Gerardis.

Il programma di Tabularasa prosegue fino al 23 luglio con ospiti del calibro di Carlo Massarini, Piero Badaloni, Mimmo Calopresti e Alessandro Haber.

loading...