A Chiaravalle in scena “La Leggenda di Ognuno”, rivisitazione del testo sacro di Ugo Von Hofmannsthal · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

A Chiaravalle in scena “La Leggenda di Ognuno”, rivisitazione del testo sacro di Ugo Von Hofmannsthal

lunedì 29 febbraio 2016

imageCHIARAVALLE CENTRALE (CATANZARO) – Nella cornice-bomboniera del Teatro Impero di Chiaravalle Centrale, sabato scorso, si è tenuta la “prima” della rappresentazione “La Leggenda di Ognuno”, rivisitazione del testo sacro di Ugo Von Hofmannsthal.

Lo spettacolo, fortemente voluto dall’Arcivescovo di Catanzaro –Squillace Monsignor Vincenzo Bertolone, ha offerto alla comunità un momento di riflessione sul senso della vita.La rappresentazione è stata preceduta dal saluto del Commissario straordinario del Comune di Chiaravalle Vice Prefetto Costanza Pino la quale, nel ringraziare l’arcivescovo per l’attenzione dedicata a quel territorio, ha sottolineato l’importanza del messaggio che si vuole diffondere attraverso le emozioni che trasmette il teatro: l’uomo è chiamato a rendere conto della sua vita davanti al trono di Dio. Messaggio particolarmente sentito nell’anno della misericordia ed in questo periodo quaresimale.

Ha evidenziato,altresì, che quando le istituzioni lavorano assieme, in stretta sinergia, si ottengono grandi risultati, rimarcando che il “dimageominus” per la realizzazione dell’evento è stato l’arcivescovo. Questa la trama dell’opera: l’Uomo ricco Ognuno sprezza il vicino povero, non ha pietà per la famiglia di un condannato, schernisce la sua stessa madre e spezza un Crocifisso; durante un banchetto con i suoi falsi amici e della personificazione della Lussuria, riceve la visita della morte, giunta a portarlo via con sé. Alla fine di un percorso di presa di coscienza Ognuno si pentirà abbracciando le personificazioni delle Buone Azioni e della di lei sorella, la Fede; nemmeno l’intervento del Diavolo potrà più strappare Ognuno dalle braccia della Redenzione e “Ognuno” spira dicendo ”Io Credo”. Straordinaria la performance di tutti gli attori non professionisti del “Gruppo Musico teatrale di Chiaravalle” che si sono immedesimati nella parte fino alle lacrime, in particolar modo del protagonista, ruolo affidato all’attore e regista Antonio Pittelli.

Al termine della rappresentazione l’arcivescovo Bertolone nel ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione e alla buona riuscita dell’iniziativa, ha ripercorso i temi centrali della Leggenda di Ognuno e dove la Fede e l’Amore trionfano sul male. La rappresentazione sarà replicata il 5 e 6 marzo prossimi al teatro comunale di Soverato e il successivo 12 marzo ci sarà la serata conclusiva al teatro Politeama di Catanzaro.

Claudio Campanozzi

loading...