Successo al Teatro Grandinetti per il concerto dell’Egidio Ventura Trio · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Successo al Teatro Grandinetti per il concerto dell’Egidio Ventura Trio

giovedì 26 giugno 2014

egidio_ventura2LAMEZIA TERME (CZ) – Un concerto Jazz di quelli che rimarranno di certo nei ricordi di chi l’altra sera ha ascoltato il meraviglioso sound dell’Egidio Ventura Trio formato da Egidio Ventura al Pianoforte, Silvio Ariotta al Basso ed Emanuele Fuduli alla Batteria. Ma ancor di più al numeroso pubblico intervenuto è arrivata l’Anima e il Corpo del grande Pianista Michel Petrucciani uniti a comporre l’unicità della persona, l’individuo, il pianista, l’uomo, in un’integrità difficile da mantenere se sottoposti agli stimoli esterni, alle paure, alle sconfitte quotidiane. Di grande livello, la formazione capitanata dal Pianista Egidio Ventura con i suoi assoli, i presenti hanno chiuso gli occhi e hanno assaporato la sua musica quello che sentiamo è un pianista dotato di straordinario talento.

Il pianista lametino con il suo stile inconfondibile, con quel fraseggio limpido e preciso, con quella capacità di fare salti mortali sulla tastiera, una tecnica che la musica classica ha affinato e a cui sempre lui aveva guardato come alla maggiore fonte di disciplina e studio delle basi della conoscenza musicale. Il concerto ha tirato fuori la sua creatività, quella spontanea musicalità che era parte della sua personalità, era jazz, era blues, brillante nello swing, e una lirica nelle ballad, e intenso nel blues.

Egidio Ventura con la sua forza dirompente è un musicista che conosce il sacrificio e la lotta, ma che si palesa come naturalezza. Il repertorio del concerto è stato eseguito senza pause le composizioni: Brazilian like, Cantabile, Looking up, Black magic, Miles Davis Lick’s, September second,Pasolini, She did it again, Caravan e come bis finale il celebre brano scritto da Bruno Martino Estate, che ha chiuso il concerto con un boato di applausi. Oltre ogni sorta di ammirazione per la sua figura di Egidio Ventura , resta comunque la sua musica, la sua voce, il suo tocco capace di esprimere vitalità dirompente e tenera sensibilità, l’abilità nel farci trasalire e sognare a ogni nota.

Da sottolineare la ritmica della formazione che ha sostenuto il concerto senza mai calare la tensione, molto di gusto gli assoli del bassista Silvio Ariotta e grande drumming del giovane Emanuele Fuduli. Il trio proseguirà il tour fino al mese di dicembre in varie città d’Italia, messaggeri della grande opera che il pianista francese Michel Petrucciani ci ha lasciato. La produzione artistica ed esecutiva è realizzata dall’Associazione Musicale Bequadro per Lamezia Jazz.

loading...