Lamezia, arrestata in flagranza una 34enne per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti · LameziaClick LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Lamezia, arrestata in flagranza una 34enne per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

LAMEZIA TERME (CATANZARO) – Determinanti i cani poliziotti Bruce e Max nell’operazione che sì è svolta ieri in Lamezia Terme, dove una donna è stata trovata in possesso di tre tipi di sostanze stupefacenti e in quantità tali da poter confezionare  decine e decine di dosi di marijuana, hashish ed eroina, utilizzando anche un bilancino di precisione ben funzionante a sua disposizione.

Nella mattinata di ieri, gli Agenti del Commissariato di P.S. di Lamezia Terme e dell’unità cinofila, nel corso della perquisizione personale e dell’abitazione di B.G.E., classe 1986 originaria della Romania, sono stati guidati dall’infallibile fiuto di  Bruce e Max che hanno permesso agli operatori di trovare gli stupefacenti che erano celati in diversi ambienti dell’abitazione.

Nel soggiorno sono stati rinvenuti un bilancino di precisione e una bustina di cellophane contenente  eroina, nella cucina, dietro una porta che conduce ad un vano interrato è stata trovata una seconda bustina di cellophane contenente  marijuana, mentre all’interno di uno stipite in un mobiletto pensile c’erano due bustine di cellophane contenenti hashish e un pacchetto di sigarette con all’interno  della marijuana.

Le successive analisi effettuate dalla Polizia Scientifica hanno confermato la natura degli stupefacenti e la loro consistenza: 28,4 grammi di marijuana, 20,8 grammi di hashish e 10 grammi di eroina.  Le sostanze stupefacenti ed il bilancino di precisione sono stati posti sotto sequestro.

La donna con precedenti specifici, è stata dichiarata in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e, considerato anche il suo stato avanzato di gravidanza, su disposizione del P.M.  di turno, è stata posta ai domiciliari, in attesa del rito per direttissima. 

Commenta