Week end di arresti a Corigliano · LameziaClick LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Week end di arresti a Corigliano

CORIGLIANO CALABRO (COSENZA) – I Carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro dopo l’operazione “Tribunale”, hanno continuato l’azione repressiva nell’importante centro dell’alto Jonio, focalizzandosi anche contro la microcriminalità.

Il resoconto del weekend è di due arresti, per furto aggravato e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo cocaina e marijuana, nonché di ben 85 veicoli e 100 persone controllate nelle sole notti di venerdì e sabato.
Nello specifico nella mattinata odierna i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Corigliano Calabro hanno arrestato un cittadino romeno per furto aggravato all’interno del supermercato IperCoop sito nel centro commerciale i Portali. I militari, avvisati dalla vigilanza privata dell’ipermercato del comportamento insolito tenuto da B.N., romeno di 31 anni, con diversi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, accorrevano immediatamente e lo controllavano all’uscita dell’esercizio commerciale. Nonostante il soggetto avesse pagato dei prodotti in cassa, destava l’attenzione dei Carabinieri lo zaino che teneva in spalla, palesemente pesante e pieno di oggetti. Per tale motivo, ritenendo che avesse potuto celare della refurtiva all’interno dello stesso, lo si perquisiva. Non appena aperto, le ipotesi degli inquirenti trovavano esatto riscontro, ma nessuno poteva immaginare la considerevole quantità di prodotti alimentari nascosti nello zaino. Il romeno aveva rubato addirittura una forma di prosciutto e dello spumante francese di ottima qualità, oltre ad una decina di pezzi fra salumi, formaggi ed altri alimenti. L’ammontare della refurtiva si aggirava intorno ai 150 euro, a fronte dei prodotti pagati che avevano un valore di poco meno di 10 euro. Sulla base delle evidenze riscontrate il soggetto veniva tratto in arresto per furto aggravato e dovrà comparire davanti le aule del Tribunale di Castrovillari per rispondere del reato contestato.
Nella mattinata di sabato, invece, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile effettuavano una perquisizione all’interno dell’abitazione di MOLLO Damiano Liberato, coriglianese di 54 anni, con diversi precedenti di polizia e giudiziari, alla ricerca di stupefacenti. L’atteggiamento tenuto dallo stesso insospettiva subito i Carabinieri. Infatti, nonostante le richieste pressanti di aprire la porta, questo prendeva tempo ed anzi usciva dal balcone dell’appartamento per celare qualcosa, ma veniva scoperto. Entrati all’interno, i Carabinieri rinvenivano celati maldestramente su un mobile dell’ingresso due buste contenenti decine di dosi già termosigillate di sostanza stupefacente del tipo marijuana per un peso accertato di quasi 30 grammi. Ma i rinvenimenti non finivano qui. Dopo accurata perquisizione domiciliare, in diversi nascondigli della cucina veniva trovato un vero e proprio market della droga: all’interno di un contenitore di plastica di quelli che si trovano negli ovetti di cioccolato della Kinder erano nascoste delle dosi di cocaina, in una busta di plastica da supermercato venivano trovati quasi 200 grammi di marijuana ancora da dividere, dentro un cassetto si rinvenivano un bilancino di precisione marca “Diamond” per pesature fino a 500 gr. perfettamente funzionante ed un bloc-notes riportante diversi nominativi a cui erano correlate somme di denaro percepite o da corrispondere. Infine veniva scoperta sopra una credenza una mini cassetta di sicurezza rossa con all’interno il provento dell’illecita attività: oltre duemila euro in contanti di diverso taglio, nonché un contenitore cilindrico con circa 100 euro, tutti in monete.

Sulla base di tutto il materiale rinvenuto e sottoposto a sequestro penale, il MOLLO veniva arrestato per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, così come concordato con la Procura della Repubblica di Castrovillari, coordinata dal Dott. Eugenio Facciolla e veniva tradotto in regime degli arresti domiciliari in attesa di essere giudicato dall’A.G. con rito direttissimo.
Nelle notti di venerdì e sabato, inoltre, sono scattati diversi controlli alla circolazione stradale e sono stati eseguiti rafforzati posti di controllo allo Scalo di Corigliano per vigilare sul rispetto delle basilari regole del Codice della Strada, soprattutto da parte dei giovanissimi, principale motivo di numerosi incidenti, anche mortali, avvenuti nell’ultimo periodo nel territorio di competenza. Venivano controllati 85 veicoli, comminate sanzioni per guida in stato di ebbrezza alcolica, guida senza il certificato assicurativo e la mancata revisione prevista per legge.

Commenta