Gdf perquisisce sedi Sorical di Catanzaro e Lamezia Multiservizi, sette indagati per interruzione di pubblico servizio · LameziaClick LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Gdf perquisisce sedi Sorical di Catanzaro e Lamezia Multiservizi, sette indagati per interruzione di pubblico servizio

LAMEZIA TERME (CATANZARO) – Il Gruppo della Guardia di Finanza di Lamezia Terme, su mandato della Procura della Repubblica di Lamezia, sta eseguendo le perquisizioni delle sedi della societa’ “So.ri.cal. S.p.a.” di Catanzaro e “Lamezia Multiservizi S.p.a.” della città della piana.
Contestualmente, le “fiamme gialle” stanno notificando a sette responsabili – tre della partecipata lametina e quattro per la societa’ di Catanzaro – altrettanti avvisi di garanzia.
Si tratta (per la Multiservizi) di Paolo Villella, dirigente responsabile dell’ufficio Servizio Idrico; Santina Vecchi, responsabile amministrativa del Settore Idrico; Mario Perri, coordinatore Area acquedotto e Fognature; per la Sorical, Sergio De Marco, dirigente responsabile area operativa della Sorical; Massimo Macrì, responsabile del compartimento centro; Luciano Belmonte, responsabile dell’ufficio di zona di Lamezia Terme; Gianluca Pugliano, responsabile del compartimento nord.
Le operazioni, dopo i preliminari approfondimenti investigativi eseguiti dai finanzieri, sono motivate dall’ipotesi di reato di interruzione di pubblico servizio, con riferimento alla mancata erogazione – per diverse ore della giornata ed in varie zone di Lamezia Terme – di acqua corrente, sia nelle abitazioni dei cittadini, che presso gli esercizi pubblici e le infrastrutture essenziali alla comunità.
Contemporanamente alle attività di perquisizione, ai sette dirigenti indagati viene notificato anche l’invito a rendere interrogatorio presso la Procura della Repubblica, finalizzato ad approfondire e riscontrare gli esiti delle indagini finora svolte, nonchè a verificare l’eventuale coinvolgimento di ulteriori soggetti responsabili di fattispecie di reato.

Commenta