Inchiesta “Cumps-Banco Nuovo”, appalti nel reggino: 50 misure cautelari in carcere · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Inchiesta “Cumps-Banco Nuovo”, appalti nel reggino: 50 misure cautelari in carcere

martedì 7 novembre 2017

REGGIO CALABRIA – Operazione della Polizia di Stato e dei Carabinieri, coordinata dalla Dda di Reggio Calabria finalizzata all’esecuzione di 50 misure cautelari in carcere, ai domiciliari e obblighi di soggiorno, e che avrebbe fatto luce su presunti condizionamenti da parte della ‘ndrangheta negli appalti banditi dal Comune di Brancaleone, nel Reggino.

L’inchiesta, denominata “Cumps-Banco Nuovo” avrebbe svelato l’operatività di diverse articolazioni della ‘ndrangheta nei centri di Brancaleone, Africo e Bruzzano Zeffirio, i nuovi assetti organizzativi e i ruoli rivestiti dagli affiliati, rimodellati all’indomani della “pace” raggiunta dalle cosche dopo la sanguinosa faida di Africo-Motticella, che aveva visto affermarsi i gruppi ‘Palamara-Scriva’ e ‘Mollica-Morabito’.

“Cumps”, ovvero abbreviazione di compare, era il termine con il quale gli affiliati alle cosche si chiamavano tra di loro nei dialoghi sui social network individuati dagli investigatori.

loading...