Arrestato pericoloso cittadino serbo, ricercato internazionale · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Arrestato pericoloso cittadino serbo, ricercato internazionale

venerdì 20 ottobre 2017

CORIGLIANO (COSENZA) – La Polizia di Stato continua nella sua azione di contrasto alla criminalità, con controlli straordinari su tutto il vasto territorio provinciale.
Nella tarda serata di ieri, personale della Polizia di Stato del Commissariato di Rossano unitamente ad equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Calabria Settentrionale, hanno tratto in arresto il cittadino serbo B. Z. classe 82 gravato da un mandato di cattura internazionale.
Durante i controlli straordinari del territorio sono state controllate altresì 80 persone di cui 15 con precedenti di polizia, sono state effettuate 7 perquisizioni domiciliari e personali ed elevate diverse sanzioni al Codice della Strada.
In particolare, gli operatori di polizia nella tarda serata di ieri, individuavano e controllavano alcune persone che con fare sospetto si aggiravano nelle adiacenze del porto di Corigliano Calabro.
Dall’immediato controllo in banca dati delle Forze di Polizia emergeva che il cittadino serbo risultava gravato da numerosi precedenti penali e di segnalazioni per reati contro il patrimonio, mentre le altre persone risultavano gravate da precedenti di polizia per falsità ideologica, truffa in concorso e ricettazione.
Quindi si procedeva a più accurati controlli, con particolare riguardo a B.Z. di anni 35, il quale mostrava un atteggiamento molto insofferente ai controlli.
Questi, sprovvisto di documenti, veniva accompagnato presso gli Uffici del Commissariato di P.S. di Rossano per approfondimenti investigativi e dal riscontro “AFIS” diretto alla identificazione foto-dattiloscopica si accertava che B.Z. era ricercato dalle polizie internazionali per l’applicazione della misura coercitiva della custodia cautelare in carcere.
Il reo era gravato da un mandato d’arresto internazionale per aver commesso numerosi furti in abitazione e rapine sfociate poi in atti di violenza.
Specificatamente a seguito di una rapina nella zona di Avellino, si diede ad una rocambolesca fuga in contromano sull’autostrada A16 mettendo in serio pericolo l’incolumità di molti utenti della strada.
Alla fuga segui un lungo inseguimento della Polizia Stradale di Avellino.
L’odierno arrestato durante la fuga forzò un posto di blocco della Polizia Stradale cercando di investire gli agenti dopo avergli puntato contro una pistola dal finestrino. All’evento che creò scalpore e allarme sociale in tutto il circondario, segui un’accurata attività d’indagine della Squadra di Polizia Giudiziaria della Polizia Stradale, che portò, all’individuazione del serbo come l’autore della rapina e di numerosi altri furti in abitazione, e all’emissione di una misura cautelare in carcere da parte dell’A.G. nell’ottobre del 2016.
Il ricercato, rintracciato dagli uomini del Commissariato di Rossano, d’intesa con il Procuratore della Repubblica di Castrovillari dr. Facciolla ed il P.M. di turno d.ssa Manera, veniva tradotto presso la casa di reclusione di Castrovillari.
Continuano le attività d’indagine da parte degli uomini della Polizia di Stato poiché non si esclude che l’arrestato sia l’autore di altre rapine e furti in abitazione avvenuti nella provincia di Cosenza.
I cittadini che hanno subito furti e rapine in abitazione sono invitati a recarsi preferibilmente presso gli uffici del Commissariato di P.S. di Rossano o in altri uffici della Polizia di Stato per visionare le foto segnaletiche.

loading...