Sequestri, denunce e sanzioni. In corso di identificazione i soggetti che hanno causato la caduta del semaforo · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Sequestri, denunce e sanzioni. In corso di identificazione i soggetti che hanno causato la caduta del semaforo

martedì 13 giugno 2017 - 14:27
Print Friendly, PDF & Email

LAMEZIA TERME (CATANZARO) – Nel primo giorno della consueta Fiera Cittadina, celebrata in occasione della Festività di S. Antonio di Padova, la Polizia Locale ha profuso ogni sforzo possibile finalizzato all’assolvimento dei compiti di istituto demandati.

Oltre ai servizi ordinari di viabilità, allocazione ambulanti, ecc. sono state implementate specifiche attività di vigilanza, anche in abiti civili, finalizzate alla tutela della concorrenza ed alla salute, come anche richiesto da specifica circolare prefettizia.

Nell’ambito di detti controlli, svolti dal personale, sono stati posti eseguiti 12 sequestri di cui 9 amministrativi e tre penali ad altrettanti espositori che ponevano in vendita la merce senza le prescritte autorizzazioni.

Molti dei verbalizzati, presumibilmente extra comunitari irregolari, alla vista del personale hanno abbandonato la merce per non essere debitamente identificati, e si sono dati a precipitosa fuga.

Oltre 850 gli articoli sequestrati, tra i quali borse e scarpe riproducente griffes delle più gettonate maisons della moda mondiale.

Sono stati sequestrati altresì circa 500 tra giocattoli e portachiavi, privi dei marchi di conformità e pericolosi per la salute dei bambini, in quanto costituiti da materiali di ignota fattura, peraltro asportabili con semplici manovre manuali e quindi facilmente ingeribili od inalabili.

E ciò in applicazione di specifiche disposizioni normative previste dal codice del consumatore.

Le sanzioni comminate ammontano ad oltre 4.000 euro e sono state elevate sia per mancanza di autorizzazione all’occupazione di suolo pubblico e sia per lo svolgimento di spettacoli spettacoli musicali non autorizzati da esercizi pubblici nel centro cittadino.

Sono inoltre in corso di identificazione i soggetti che hanno causato la caduta del semaforo all’intersezione di via Monsignor Costanzo con via Leonardo da Vinci. Solo per un caso fortuito nessuno è rimasto ferito.

Oltre alle testimonianze dei presenti, la Polizia Locale ha acquisito un video da una telecamera di sorveglianza che immortala i movimenti dei protagonisti dell’azione, che ha divelto dalla base l’impianto semaforico.

loading...