Soveria Mannelli, arrestati due pregiudicati lametini per furto di rame · LameziaClick

LameziaClick Quotidiano Online | Notizie in tempo reale | Cronaca, news, notizie, sport, inchieste, politica, economia, da Lamezia Terme, dal lametino, dalla Calabria

Soveria Mannelli, arrestati due pregiudicati lametini per furto di rame

sabato 24 settembre 2016

carabinieri_400SOVERIA MANNELLI (CATANZARO) – Il contrasto ai fenomeni delinquenziali legati ai reati contro il patrimonio continua a rappresentare una priorità per i Carabinieri del Comando Provinciale di Catanzaro, soprattutto attraverso l’incentivazione dei servizi per contrastare il fenomeno dei furti di rame, metallo di alto pregio per le sue qualità elettriche e di conducibilità, quotato persino sui mercati finanziari.

Con queste premesse prosegue l’azione dei Carabinieri della Compagnia di Soveria Mannelli, costantemente impiegati in servizi di controllo del territorio, finalizzati a garantire sicurezza e rispetto della legalità.

È proprio alcuni giorni fa che i Carabinieri della Stazione di Platania, grazie ad una preliminare, meticolosa e costante raccolta di informazioni, avuto sentore di “strani movimenti” in paese, in pieno giorno sono riusciti a bloccare sulla SP. 159/1 all’altezza dell’ex residence “Bellavista” due pluripregiudicati lametini, DE MARCO Marco e ROCCA Ernesto Francesco, rispettivamente di anni 42 e 43.

In particolare i militari hanno notato una Fiat Stilo parcheggiata nei pressi della predetta struttura ed un soggetto che stava scavalcando il cancello d’ingresso e, dopo che questi era stato bloccato, una seconda persona che già si era intrufolata all’interno dell’edificio ed intenta ad asportare le condutture di rame dall’impianto elettrico ivi presente. Nel corso delle operazioni di sopralluogo venivano recuperati e posti sotto sequestro altro quantitativo di rame per circa 20 Kg ed una grossa cesoia utilizzata per il taglio.

I due malviventi venivano immediatamente dichiarati in stato di arresto nella flagranza del reato di furto aggravato in concorso e, dopo le formalità di rito, venivano ristretti in regime di arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni, come disposto dal Pubblico Ministero di turno.

A seguito di udienza celebrata davanti al Tribunale di Lamezia Terme, gli arresti operati nei confronti di DE MARCO e ROCCA sono stati convalidati e agli stessi veniva applicata la misura dell’obbligo di firma.

 

loading...